Home . Fondi Ue, in Veneto sinergia tra Anci Regione Province e Comuni della Marca

Fondi Ue, in Veneto sinergia tra Anci Regione Province e Comuni della Marca

ADNKRONOS
Fondi Ue, in Veneto sinergia tra Anci Regione Province e Comuni della Marca

(Fotogramma)

In Veneto a partire da oggi è online una nuova piattaforma informatica territoriale per supportare gli enti locali nell’accesso e nella gestione dei programmi legati ai Fondi europei e a quelli di natura privata, finanziati da Fondazioni nazionali e internazionali.

Il sistema presentato oggi a Selvazzano, nelle sede di Anci Veneto, è frutto del lavoro di sinergia attivato dall’Associazione dei Comuni del Veneto insieme a Regione Veneto, Upi, Comuni della Marca e Provincia di Treviso e coordinato da Anci SA srl, la società di servizi di Anci Veneto, per sostenere in maniera strategica le politiche comunitarie europee sul territorio regionale.

In vista del check point intermedio del 2018 con Bruxelles, per verificare la congruenza dell’utilizzo dei fondi comunitari destinati alla Regione Veneto (2,5 miliardi di euro) per il 2014-2020, la piattaforma aiuterà la Regione e gli Enti locali a rendere più efficienti le procedure.

Il sistema, agisce sia da tramite, raccogliendo e documentando le esigenze emergenti dal territorio e indirizzandole verso bandi e fondi mirati, sia da aggregatore, mettendo insieme e in maniera puntuale gli obiettivi comuni in progetti strutturali e di territorio. La piattaforma consente, inoltre, un costante e puntuale monitoraggio delle disponibilità, nonché dei progetti, identificando i soggetti virtuosi. Garantisce una verifica costante della correttezza e dell’efficacia degli Enti nelle azioni di supporto alle politiche del territorio, e un elevato livello di trasparenza nei confronti della cittadinanza.

Gli assi tematici sulla quale si basano i criteri di valutazione e redistribuzione, rispondono alle linee di investimento e sviluppo dettate dall’Unione Europea ovvero: Cultura, Beni Culturali, Arti Performative, Turismo, Salvaguardia; Ambiente e territorio; Imprenditoria, capacità manuali, artigianato, innovazione; Formazione; Ricerca e sviluppo, trasferimento tecnologico, internazionalizzazione; Società, dialogo, relazioni internazionali.

"Questa iniziativa rappresenta un evento veramente significativo per il nostro territorio e per i nostri Comuni, che hanno sempre più difficoltà a gestire progettualità complesse e dalle regole molto precise come quelle derivanti dalla finanza europea - dichiara Maria Rosa Pavanello, presidente Anci Veneto - Attraverso questa piattaforma le amministrazioni locali potranno garantire una continuità di azione e una maggiore fluidità nello sviluppo dei progetti".

"Mi fa particolarmente piacere partecipare alla presentazione di questa nuova piattaforma informatica per la gestione delle Politiche e dei Fondi Comunitari Europei - sottolinea Gianluca Forcolin, vicepresidente della Regione - È un progetto che trova la sua realizzazione grazie alla sinergia tra più enti e punta all’ottimizzazione delle azioni per partecipare ai bandi per l’accesso ai fondi europei, dando la possibilità anche alle amministrazioni ed alle realtà più piccole di poter accedere più agevolmente ai fondi potendo contare sul supporto e l’esperienza anche della Regione nella gestione delle progettualità. Innovare - aggiunge - è una sfida che riguarda anche la pubblica amministrazione ed è una strada che abbiamo imboccato con determinazione nella programmazione regionale, anche grazie all’Agenda Digitale, il documento che stiamo costruendo, attraverso un percorso condiviso con le amministrazioni del territorio, per supportare lo sviluppo del Veneto attraverso le tecnologie digitali".

"Attingere ai fondi europei é per i piccoli e medi Comuni molto difficile a causa della mancanza di professionalità specifiche nei nostri Enti - commenta Maria Rosa Barazza, presidente Associazione Comuni della Marca - Grazie alla piattaforma lanciata oggi da Anci Veneto si mettono insieme le forze delle istituzioni territoriali per attrarre finalmente finanziamenti europei in modo mirato ed efficace, così come fanno in altre parti d'Europa. Si guarda dunque concretamente all'Europa come risorsa e non solo come fonte di vincoli".

"Anci Veneto e Upi Veneto da tempo collaborano per assistere e offrire servizi agli Enti Locali - spiega Carlo Rapicavoli, direttore di Anci e Upi Veneto e della Provincia di Treviso - Le difficoltà finanziarie nelle quali versano oggi gli enti locali ci impongono un salto di qualità in termini di capacità di progettazione, per poter valorizzare tutte le opportunità di finanziamento soprattutto europee. Da questa riflessione scaturisce una sempre più proficua collaborazione, anche con la Provincia di Treviso, che ormai da oltre un decennio ha strutturato un proprio ufficio e coordina le Province a livello nazionale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI