Home . Borse europee chiudono positive, dividendi e politica zavorrano Piazza Affari

Borse europee chiudono positive, dividendi e politica zavorrano Piazza Affari

ADNKRONOS

Le Borse europee archiviano in progresso la seduta odierna di contrattazioni. Complice la distensione dei rapporti tra Usa e Cina, che lancia la volata ai mercati statunitensi, le principali piazze del Vecchio continente terminano gli scambi con incrementi che vanno dal mezzo punto percentuale di Amsterdam al punto percentuale di Londra. Parigi e Bruxelles si attestano attorno al mezzo punto percentuale di crescita, Francoforte oggi è chiusa per festività. Piazza Affari ha vissuto una giornata appesantita dallo stacco delle cedole di numerose società e dalla situazione politica, affiancata all'ampliamento dello spread che oggi ha superato la barriera dei 180 punti base. L’indice Ftse Mib chiude in calo di oltre un punto e mezzo percentuale. A risentire maggiormente sono i titoli bancari: Intesa Sanpaolo è maglia nera e lascia sul terreno oltre sette punti percentuali, seguita da Bper e Ubi. In rosso anche UnipolSai, che cede oltre sei punti e mezzo percentuali. In controtendenza la galassia Agnelli: Fca, maglia rosa del listino, guadagna oltre due punti e mezzo percentuali, seguita da Cnh Industrial a quota un punto e mezzo percentuale ed Exor. Bene anche il titolo Ferrari, che guadagna circa un punto percentuale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.