Standard Sfoglia

Il santo di oggi, 23 maggio

(AR/AdnKronos)

Nella sua famiglia campagnola Giovanna Antida Thouret assiste fino alla morte la madre, poi deve badare a sette fratelli più piccoli. E solo a 22 anni può essere Figlia della Carità di San Vincenzo de’ Paoli. La Francia rivoluzionaria, tuttavia, scioglie e disperde anche le suore; Giovanna Antida si ritrova così a Besançon sola, senza compagne, senza guida. Più tardi il Vicario della diocesi le chiede di fondare appena possibile, a Besançon, un nuovo istituto di suore sul modello vincenziano. Giovanna si mette al lavoro e l’11 aprile 1797 fonda le Suore della Carità per divenire maestre, infermiere, catechiste; ancora osteggiate da molti, poi tollerate e infine chiamate in ospedali e scuole, mentre arriva al potere Napoleone Bonaparte. Il clima è cambiato, l’Istituto si sviluppa, e nel 1810 Gioacchino Murat reclama le Suore nel Regno di Napoli. Muore a Napoli nel 1826 e la seppelliscono nella chiesa di Regina Coeli. Nel 1934 papa Pio XI la proclama santa.

Vedi in Pagina