adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress

Archivio > AdnAgenzia > 2006 > 08 > 02 > Cronaca > CHIESA-DA-MADONNA-A-DAN-BROWN-VATICANO-SOTTO-I-COLPI-DELLO-SHOW-BUSINESS-2 174330

CHIESA: DA MADONNA A DAN BROWN, VATICANO SOTTO I COLPI DELLO SHOW-BUSINESS (2)
NELL'89 LA PROVOCAZIONE DI 'LIKE A PRAYER', L'ALBUM RIUSCI' A VENDERE 15 MLN DI COPIE

(Adnkronos) - Il ‘Confession tour’ di Louise Veronica Ciccone non è che l’ultima delle provocazioni contro la Chiesa e il cristianesimo più in generale offerta al pubblico dall’artista di origini italiane. In fondo si tratta di grandi trovate pubblicitarie e tuttavia il fastidio della Chiesa è percepibile anche in questa occasione. Del resto i precedenti in questo senso sono illustri. Il più strepitoso successo di Madonna, “Like a prayer” del 1989 fece a suo modo epoca, l’album riuscì a vendere 15 milioni di copie (il singolo con la canzone del titolo raggiunse la cifra record per gli anni ‘80 di 4 milioni di copie vendute) e si aggiudicò 4 dischi di platino Usa.

Fu un trionfo senza precedenti. E proprio nei giorni scorsi, come risulta da un sondaggio realizzato dalla rete televisiva musicale inglese ‘Mtv’, gli spettatori hanno assegnato il titolo di video più trasgressivo proprio a “Like a prayer”. Cosa succedeva di tanto scandaloso? Madonna baciava la statua di un santo di colore seducendolo e facendolo così diventare umano; il santo era rappresentato con le stigmate mentre sullo sfondo bruciavano alcune corci. Già a partire dal 1984 tuttavia Madonna aveva rotto ogni tabù trasformando le croci da simboli religiosi in gioielli da portare addosso come tutti gli altri.

Ora la cantante e show-girl americana di lungo corso, esperta e furba promoter di se stessa, sta per toccare Roma dove terrà la sua unica data italiana e rilancerà la provocazione per vedere se il vecchio gioco funziona ancora. Ma se il caso di Madonna non è del tutto nuovo, nei mesi scorsi il film del “Codice da Vinci”, tratto dall’omonimo best-seller di Dan Brown, aveva scatenato la reazione durissima della Chiesa e del Vaticano. Il corpo a corpo fra i vescovi di tutto il mondo e il film di Ron Howard, interpretato da Tom Hanks e Audrey Tatou, è stato un evento mediatico in sé stesso di formidabile portata e si è esteso ai quattro angoli del globo. (segue)

(Fpe/Zn/Adnkronos)
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress