Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera
Labitalia

Meno stress più risparmio, italiani si convertono all'advance booking

ultimo aggiornamento: 01 ottobre, ore 16:27
Risparmi fino al 70% per voli, hotel, crociere e vacanze nel villaggio. Prenotare con tre mesi di anticipo è sistema già consolidato in altri Paesi.


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 3    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 1 ott. (Labitalia) - Prenotare la vacanza con tre mesi di anticipo rispetto alla partenza, risparmiando anche fino al 30% sul costo finale ed evitando lo stress di dover fare le valigie e di mollare tutti i propri impegni all'ultimo momento, senza accendere compulsivamente il computer per cercare l'occasione più conveniente. E senza dover trascinare famiglia, fidanzata, soci e colleghi nello scompiglio causato dalle partenze last minute.

Sono tutti i vantaggi dell'advance booking, ossia del prenotarsi la vacanza con largo anticipo. Un sistema che, in tempi di crisi, ha sconfitto la tradizionale abitudine degli italiani di scegliere le vacanze all'ultimo memento. E che è diventato una vera e propria strategia aziendale per molti operatori del settore.

Valtur, ad esempio, punta sull'advance-booking anche per le prossime vacanze invernali, lanciando già ora la formula 'prenota prima plus' che prevede una riduzione del 30% sulla quota base per chi prenota entro il 30 novembre 2012 a cui si aggiunge la novità del Natale offerto al -50%. Costa Crociere con 'Risparmi Subito' offre sconti anche di oltre il 50% a chi si prenota adesso per alcune crociere in partenza da novembre in poi. E sconti notevoli, anche fino al 70%, si possono ottenere per i voli, per gli hotel e per le auto a noleggio.

"Le strategie di acquisto degli italiani -spiega a Labitalia Andrea Cinosi, presidente di Assolowcost, associazione delle imprese 'Low Cost di Qualità'- sono profondamente mutate: oggi i consumatori sono attenti gestori delle proprie risorse e valutano bene tutte le possibilità offerte a parità di costo. Ben il 60% di chi naviga in Internet pratica la comparazione dei prezzi e inoltre bisogna aggiungere che tutti, con la crisi, siamo più portati a una maggiore sperimentazione di nuove possibilità come i discount e l'e-commerce".

In questo scenario, spiega Cinosi, "si inserisce il trend crescente dell'advance booking per le vacanze, un sistema già consolidato da anni in altri paesi europei". Prenotare prima le vacanze "consente agli operatori di settore -ricorda Cinosi- di raggiungere quel livello di domanda necessario a coprire i costi e, in presenza di operatori solidi, consente al consumatore di risparmiare anche un 30-40% sulla vacanza".

Insomma, "sempre più italiani sceglieranno l'advance booking e lo faranno attraverso il web, che è il canale più semplice per farlo". Con 2 consigli, raccomanda Cinosi: "Verificare sempre la serietà e l'affidabilità dell'operatore o dell'agenzia on line, anche attraverso i pareri di chi ha già avuto contatti o consultando anche la lista dei nostri associati, e, naturalmente, leggere bene le clausole contrattuali prima di firmarle".


dentro Lavoro
dati  |   politiche  |   sindacato  |   professioni  |   formazione  |   welfare  |   video
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politiche
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress