Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Addio a Bennett, ebbe un ruolo chiave nel decifrare la scrittura dei Micenei

(Wikipedia, foto Sharon Mollerus)(Wikipedia, foto Sharon Mollerus)
ultimo aggiornamento: 03 gennaio, ore 20:03
Washington - (Adnkronos) - L'archeologo e filologo aveva 93 anni. Agevolò il lavoro di Ventris e Chadwick per decifrare la Lineare B


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 14    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Washington, 3 gen. (Adnkronos) - L'archeologo e filologo statunitense Emmett Leslie Bennett Jr., uno dei pionieri dell'epigrafia micenea che ebbe un ruolo determinante nella decifrazione della scrittura Lineare B dell'età del bronzo nell'Egeo, è morto nella sua casa di Madison, nel Wisconsin (Usa), all'età di 93 anni. L'annuncio della scomparsa, a funerali avvenuti, è stato dato oggi dalla famiglia. Era professore emerito dell'University of Wisconsin, dove ha concluso la sua carriera accademica, iniziata a Yale e poi proseguita all'University of Texas.

La traduzione della Lineare B, un sistema di scrittura utilizzato dai Micenei, forma arcaica della lingua greca, si deve a due filologi britannici, Michael Ventris e John Chadwick, che riuscirono a decifrarla tra il 1952. Bennett agevolò il compito di Ventris e Chadwick, grazie alla pubblicazione delle tavolette di Lineare B scoperte nel 1939 sulla terraferma greca, tra le macerie del palazzo cosiddetto di Nestore, nella Pilo micenea, da cui ricavò una lista di 80 caratteri fino ad allora sconosciuti.

Le prime testimonianze di Lineare B si trovano su tavolette risalenti ai secoli XIV e XIII a.C. I testi furono scoperti dall'archeologo britannico Arthur Evans nel 1900 a Creta, nel Palazzo di Cnosso; altri esemplari furono rinvenuti in Grecia, a Pilo, Micene e Tebe. Dopo oltre 50 anni da quella scoperta Ventris e Chadwick riuscirono a decifrare l'arcaica scrittura micenea. Ma senza il lavoro filologico condotto da Bennett, i due studiosi britannici non sarebbero arrivati molto probabilmente a concludere la loro ricerca.

Il punto di svolta per la decifrazione è considerato infatti il libro 'The Pylos Tablet' (1951) di Bennett, che presentava per la prima volta una lista essenziale dei segni della Lineare B. A questo compito Bennett dedicò quasi un decennio di studi e ricerche, sostenuto dal suo maestro e mentore, l'eminente archeologo Carl W. Blegen.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cultura
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress