Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Accordo Ue lancia Piazza Affari e l'Europa al rialzo

ultimo aggiornamento: 29 giugno, ore 20:53
Milano - (Adnkronos/Ign) - Milano la migliore del Vecchio Continente, a fine giornata registra un rialzo del 6,59%. Spread Btp-Bund in calo si attesta a quota 419,58


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Milano, 29 giu. (Adnkronos) - L'accordo europeo sulla ricapitalizzazione delle banche e sullo scudo anti spread lancia i mercati che chiudono tutti positivamente a cominciare da Piazza Affari, la migliore del Vecchio Continente, che a fine giornata registra un rialzo del 6,59%. A beneficiare sono stati soprattutto i titoli bancari, con punte che hanno sfiorato, e in qualche occasione anche superato, rialzi in doppia cifra.

In sostanza i leader europei riuniti a Bruxelles nella notte hanno trovato un'intesa per creare un organo di vigilanza sul settore bancario europeo e sulla possibilità che il fondo 'salva stati' possa intervenire direttamente a ricapitalizzare le banche. I paesi inoltre che rispetteranno i parametri fissati sul debito potranno attingere ai fondi Esm per acquistare titoli di stato a tassi più favorevoli.

Tutto questo ha dato respiro alle banche il cui indice di riferimento ha chiuso con +11,19%. Unicredit, maglia rosa della giornata, ha segnato un progresso del 14,26% a 2,98 euro e Intesa Sanpaolo dell'11,58% a 1,11 euro. Rialzi a due cifre anche per Banco Popolare che chiude con +11,3% a 1,058 euro e Popolare Emilia Romagna con +10,5% a 4,248 euro.

Intanto lo spread tra Btp e Bund tedeschi è sceso di quasi 10 punti percentuali, attestandosi a quota 419,58, segno anche questo del vento positivo che soffiava in Piazza Affari dove gli scambi hanno toccato i 2,64 miliardi di euro contro gli 1,49 di ieri, e dove su 309 titoli trattati ben 257 hanno chiuso positivamente la giornata.

Non è stato, tuttavia, solo il settore bancario a far registrare ottime prestazioni. Da segnalare anche il buon andamento dei petroliferi con l'Eni in crescita del 4,55% a 16,78 euro. Gli analisti di Ubs hanno ridotto il prezzo obiettivo sul 'cane a sei zampe', portandolo da 21 euro a 20 euro ma nonostante questo l'indicazione degli esperti è stata quella di acquistare azioni. Ottima chiusura per Saipem con +6,87% a 34,99 euro dopo l'annuncio di nuovi contratti in Africa Occidentale, in Angola e in Nigeria per un valore di circa 350 milioni di dollari.

Territorio positivo anche per Erg in rialzo del 3,67% a 4,976 euro e Saras con +11% a 0,7685 euro. Bene anche i titoli che ruotano attorno alla famiglia Ligresti con Fonsai che ha terminato in salita dell'1,58% a 0,932 euro e Milano Assicurazioni che ha guadagnato il 2,72% a 0,2715 euro. Il tutto dopo la nuova offerta lanciata da Sator e Palladio per il controllo di Fonsai, offerta in linea con quella presentata l'8 giugno scorso.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress