Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Europei, Buffon: ''Vogliamo stupire''.

Buffon (Xinhua)  Buffon (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 09 giugno, ore 20:08
Danzica - (Adnkronos) - Il ct azzurro alla vigilia del debutto dell'Italia agli Europei domani a Danzica: ''Sono convinto che il lavoro fatto darà frutti''. Il portiere della Nazionale: ''Spagnoli più forti ma ogni tanto vincono i più bravi''. Del Bosque: Spagna-Italia è sfida alla pari. Olanda flop e la 'cenerentola' Danimarca si prende 3 punti. La Grecia rovina la festa. Polonia bloccata all'esordio degli Europei 2012. Barzagli resta tra gli Azzurri, si tenta il recupero per l'Irlanda. La cerimonia d'apertura di Euro 2012: FOTO


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Danzica, 9 giu. (Adnkronos) - ''Abbiamo lavorato davvero bene, siamo sereni. Io ho fatto un pisolino, ho dormito veramente bene...''. Cesare Prandelli si avvicina senza particolari tensioni all'esordio a Euro 2012. Il ct azzurro si mostra tranquillo alla vigilia della gara in programma domani a Danzica contro la Spagna campione in carica. ''La Spagna è la squadra da battere, ha un gioco consolidato che esprime a prescindere dall'avversario. Poche avversarie riescono a contrastarla. Quando una squadra italiana gioca a calcio, può essere competitiva anche contro la Spagna'', dice il ct.

Le furie rosse, evidenzia il ct, ''hanno un'organizzazione perfetta. Ogni elemento sa quello che deve fare in qualsiasi situazione e in qualsiasi momento del match. La Spagna ha il 70-80% del possesso palla, esprime gioco a livelli altissimi. Ma noi, ripeto, siamo sereni. Sto benissimo, sono felice di essere qui. Ho dormito come un bambino, sono convinto che il lavoro fatto darà frutti'', afferma ancora.

Il gioco dell'Italia è legato a doppio filo alla regia di Andrea Pirlo: ''Se la Spagna marca Pirlo in maniera speciale, paradossalmente sono contento: vuol dire che stiamo facendo bene e vuol dire che noi abbiamo la palla''. In attacco, ci si aspetta un contributo rilevante da Mario Balotelli. ''Lui -dice il ct- deve pensare che la generosità può essere l'arma vincente. Questa squadra ha bisogno di generosità da parte di ciascun elemento. L'importante è fare il massimo: poi, può succedere di tutto''.

L'attaccante del Manchester City rischia di finire nel mirino di insulti razzisti: ''Bisognerebbe dare meno importanza alle persone responsabili di questi episodi. Se ci saranno insulti razzisti, andrò in campo e lo abbraccerò. Ma dovremmo farlo tutti, perché si tratta di un problema che riguarda tutti''.

L'Italia è reduce da 3 sconfitte nelle ultime amichevoli. ''Il pessimismo ci accompagna e vogliamo sovvertirlo. Contro la Russia abbiamo perso nettamente ma abbiamo creato 7 nitide palle gol, attaccanto anche con 5 giocatori. Questo è stato l'unico aspetto positivo'', dice Prandelli, che glissa davanti alle domande sulla formazione: ''Tutti si devono sentire titolari. Ogni giocatore deve farsi trovare pronto, faremo sempre 3 cambi e dovremo dare sempre tutto quello che abbiamo''.

Gigi Buffon sottolinea: ''Abbiamo voglia di stupire. Gli spagnoli sono più forti e i più forti spesso vincono. Ma ogni tanto vincono i più bravi''. ''La Spagna non deve temere l'Italia. Loro hanno tante certezze e non hanno paura di nessuno: sicuramente ci rispetteranno, come fanno nei confronti'', dice.

''In tutte le competizioni ci sono squadre oggettivamente più forti. Non sempre, però, vincono. La Grecia nel 2004 è stata superiore a tutte le altre rivali, ma non era la più forte. Lo stesso vale per la Danimarca nel 1992'', prosegue l'estremo difensore.

Quattro anni fa, a Euro 2008, l'Italia si arrese ai rigori contro la Spagna nei quarti di finale. Quel match fu una svolta per le furie rosse, che spiccarono il volo verso il titolo continentale: ''Il precedente del 2008 brucia un pochino, ma da quel momento la Spagna ha legittimato tutto quello che ha conquistato. Nel loro momento migliore, però, noi siamo riusciti a creare difficoltà senza rubare nulla'', dice Buffon sfogliando l'album dei ricordi.

Buffon ha chiesto pubblicamente ai tifosi di stringersi attorno alla Nazionale. ''Volenti o nolenti, in questo momento attraversiamo un intero Paese che sta attraversando un momento non facile. Possiamo rendere gli italiani orgogliosi della maglia azzurra'', dice il portiere.

L'avvicinamento a Euro 2012 è stato condizionato dalle notizie relative alle inchieste sulle scommesse e dalle polemiche legate allo scandalo che sta squassando il pallone italiano. ''Queste situazioni -osserva Buffon- non ci possono aiutare a trovare la serenità giusta. Però, se si è uomini con esperienza, tutto questo può diventare uno stimolo in più''.

Il numero 1 è uno dei pilastri storici dell'Italia: ''Dal 1997 indosso questa maglia, è bello vedere che ci sono ancora. Vuol dire tanto''. Tra i volti nuovi, spicca quello di Mario Balotelli. ''A livello calcistico, è un talento puro a cui non si deve suggerire nulla. E' uno dei pochi giocatori che può farci vincere le partite'', dice. ''Fuori dal campo, si è sempre comportato in maniera diligente con noi. Ha 22 anni, è giusto che commetta errori: è importante che uno sbaglio si trasformi in esperienza''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Sport
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress