Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Giro d'Italia, Ivan Basso costretto al ritiro per un ascesso perineale

(Xinhua)  (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 02 maggio, ore 16:22
Roma - (Adnkronos/Ign) - Forfait del ciclista della Cannondale, due volte vincitore del Giro: ''La delusione, la rabbia e la tristezza sono forti. Ma più forte è la voglia di ritrovare il sorriso e guardare avanti. Non finisce qui''. Il suo posto nella formazione verrà preso da Damiano Caruso


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 2 mag. (Adnkronos/Ign) - Il Giro d'Italia perde, a 48 ore dall'inizio, uno dei suoi protagonisti: Ivan Basso è costretto al forfait. Il ciclista della Cannondale, due volte vincitore del Giro, ha dovuto rinunciare per un ascesso perineale. Il suo posto nella formazione verrà preso da Damiano Caruso.

Ieri mattina, al risveglio, Basso ha notato un'evidente e grossolana tumefazione della regione perineale che in alcun modo, neppure in forma lieve, si era manifestata nei giorni precedenti. La decisione del ritiro è stata presa questa mattina dopo una ulteriore valutazione della lesione da parte del medico sociale della Cannondale, Roberto Corsetti, in cui è emersa la totale impossibilità di Basso a pedalare durante i prossimi giorni.

Ivan Basso già domani si sottoporrà a esami specialistici clinici e strumentali per meglio definire l'origine della formazione ascessuale e la più corretta impostazione terapeutica. Solo al termine di tali accertamenti si potrà essere più precisi circa i tempi di recupero e di ritorno all'attività agonistica.

Basso, intanto, si sfoga dalla propria pagina Twitter: ''La delusione, la rabbia e la tristezza sono forti. Ma più forte è la voglia di ritrovare il sorriso e guardare avanti. Non finisce qui: me lo devo, ve lo devo''.

''Sono nella condizione di non poter far altro che prendere atto del problema e archiviare le aspettative che coltivavo per questo Giro'', aggiunge poi Basso in una nota diffusa dal team Cannondale. ''E' una sensazione difficile da digerire perché è da quattro mesi che preparo questa corsa. Ho fatto tante rinunce, in primis verso la mia famiglia, e in un solo giorno tutti gli sforzi sono stati cancellati. Torno a casa con un grande dolore - spiega - perché lascio la corsa del mio cuore. Mi spiace per tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto, dalla famiglia alla squadra, senza dimenticare i tifosi''.

''La mia assenza non cambierà gli equilibri del Giro. Nibali e Wiggins sono i maggiori favoriti per la corsa, ma ero convinto di poter fare una prestazione importante. Le motivazioni per competere al massimo delle mie possibilità erano fortissime'', prosegue il varesino.

''Ora devo solo pensare a riposare e recuperare. Gli esami diranno quale sarà il percorso per tornare alle corse. C'è ancora una parte importante di stagione da correre e il mio obiettivo è essere protagonista. Ho superato tante difficoltà in carriera e non sono tipo da abbattermi. Certo, a 35 anni le occasioni per un corridore sono sempre meno, ma non ho certo intenzione di mollare qui'', conclude.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Sport
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress