Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Chiodi: ''Dragaggio porto di Pescara non pił rinviabile''

Il presidente della Giunta regionale d'Abruzzo, Gianni ChiodiIl presidente della Giunta regionale d'Abruzzo, Gianni Chiodi
ultimo aggiornamento: 20 marzo, ore 18:56
Pescara - (Adnkronos) - ''E' necessario intervenire e, se occorresse, agire su eventuali responsabilitą, magari con una commissione d'inchiesta'' afferma il presidente della Giunta regionale


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 5    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Pescara, 20 mar. - (Adnkronos) - La soluzione ai problemi del dragaggio del porto di Pescara "non e' piu' rinviabile. E' necessario intervenire e, se occorresse, agire su eventuali responsabilita', magari con una commissione d'inchiesta''. Il presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, che ''accoglie e sostiene l'allarme della Confcommercio'', che questa mattina ha riproposto "in un quadro piu' che attendibile, le gravi conseguenze del perdurare di una situazione di incertezza".

Chiodi ricorda che la Regione Abruzzo, "fin da subito e' intervenuta con una procedura speciale, quella della dichiarazione dello stato di emergenza, proprio allo scopo di disegnare un iter veloce, snello e dedicato, con l'affidamento del coordinamento ad un unico soggetto commissariale, volendo evitare l'incancrenirsi del problema legato all'insabbiamento del porto, e per dare risposte agli operatori".

"Abbiamo concretizzato la nostra volonta' anche anticipando due milioni di euro dei Fondi Fas - ha aggiunto Chiodi - sempre nella volonta' di dare una soluzione alla marineria pescarese ed ora, questioni legate alle analisi delle acque, rischiano di vanificare il nostro operato e di far perdere il controllo della situazione". Il Presidente ha, infine, assicurato l'intensificazione dell'impegno, anche attraverso un piu' fitto scambio di informazioni con gli enti coinvolti, fino ad un interessamento del Governo Monti alla vicenda.

"Ritengo, pero' - ha concluso il Presidente - che, nella valutazione dei ruoli e delle responsabilita', non si proceda a facili ed inappropriate censure visto che l'Arta e' un'agenzia tecnica all'altezza dei suoi compiti e non certo la causa di questo stato di cose. Intendo, inoltre, esprimere grande apprezzamento per l'impegno che il Commissario delegato, Guerino Testa, sta profondendo per individuare una soluzione ed a tal proposito comprendo le notevoli difficolta' che sta incontrando per venire a capo di una vicenda che sta assumendo contorni sempre piu' complessi".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Abruzzo
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress