Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Schieramenti politici sardi divisi su zona franca, due manifestazioni

ultimo aggiornamento: 24 giugno, ore 14:10
Cagliari - (Adnkronos) - Cappellacci ha organizzato un sit in di fronte a Montecitorio, chiamando a raccolta tutti i sindaci regionali, per fare pressing sul Governo affinché apra un tavolo di confronto con la Regione per la revisione dell'articolo 10 dello Statuto Sardo. Contromanifestazione del centrosinistra a Cagliari, contrario all'appello del governatore


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 1    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Cagliari, 24 giu. - (Adnkronos) - Non c'e' unita' negli schieramenti politici sardi sul tema della zona franca. Oggi il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha organizzato un sit in di fronte a Montecitorio, chiamando a raccolta tutti i sindaci sardi per fare pressing sul governo affinche' apra un tavolo di confronto con la Regione per la revisione dell'articolo 10 dello Statuto Sardo. ''Dobbiamo essere padroni in casa nostra - sostiene Cappellacci che ha convocato la Giunta a Roma - con i vantaggi fiscali della zona franca''. In centinaia sono partiti ieri in nave per raggiungere stamani Roma mentre altri sono partiti stamani con i voli delle 6.30 per essere in piazza Montecitorio alle 11.

Contromanifestazione del centrosinistra al Hotel di Cagliari alle 16. Contrario il Pd all'appello unitario di Cappellacci: ''Chi governa le istituzioni ha il dovere morale della verita'. Chi governa - sostiene il senatore Silvio Lai, segretario regionale dei democratici - deve trovare le soluzioni praticabili, non vestire i panni del Savonarola. A chi governa si chiede chiarezza e non manifestazioni elettorali, mettendo in cattiva luce i sindaci che non aderiscono agli occhi dei propri concittadini. E' grave e pericoloso oltre che ingiusto.

''Quando il presidente della Regione vorra' parlare con il Governo nelle vesti istituzionali per difendere i diritti dell'isola ci trovera' nello stesso luogo, anche in anticipo, e senza divisioni, come abbiamo dimostrato sul patto di stabilita'. Se invece ci chiama per la sua campagna elettorale - prosegue Lai - non pretenda che non lo vediamo come i bambini, nella sua nudita', nel suo goffo tentativo di coprire i suoi anni fallimentari''.

''Sulla zona franca il Pd non ha pregiudizi - conclude Lai - ma vorrebbe discutere delle cose che si devono fare subito per far ripartire l'economia non solo dei sogni che vedranno passare gli anni prima di vedere l'orizzonte. La manifestazione di Roma fatta di piccoli assembramenti silenziosi non entrera' nella storia della Sardegna e spero con l'impegno di tutti che non entri nella cronaca per qualche prevedibile disagio''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Sardegna
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress