Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera
Prometeo - Sostenibilità

Via libera a bonus ristrutturazioni, per risparmio energetico 'sconto' sale al 65%

ultimo aggiornamento: 31 maggio, ore 17:07
Il Cdm proroga le agevolazioni nel settore dell'edilizia. L'ecobonus riguarderà anche i mobili e verrà finanziato con tagli e senza nuove tasse. Gli incentivi dureranno fino al 31 dicembre


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 2    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 31 mag. (Adnkronos/Ign) - Via libera in Consiglio dei ministri al Dl che proroga l'ecobonus e le agevolazioni per le ristrutturazioni per l'edilizia. Secondo quanto prevede il dl, le detrazioni per gli interventi per il risparmio energetico passano dal 55 al 65%.

L'effetto ''concentrato nel tempo'' della proroga dell'ecobonus e l'aumento della percentuale della detrazione ''possono dare un forte impulso all'economia di settore e in particolare al comparto dell'edilizia specializzata'' si legge nel comunicato di palazzo Chigi. Un settore, si legge nel comunicato, ''caratterizzato da una forte base occupazionale, concorrendo in questo momento di crisi al rilancio della crescita e dell'occupazione e allo sviluppo di un comparto strategico per la crescita sostenibile''. La proroga dell'agevolazione fiscale rappresenta ''un'ultima conferma, e non ne sono previste successive, stabilita per dare la possibilità a quanti non lo avessero già fatto di migliorare l'efficienza energetica del proprio edificio''.

Le finalità del decreto, spiega palazzo Chigi, sono: promuovere il miglioramento della prestazione energetica degli edifici; favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici; sostenere la diversificazione energetica; promuovere la competitività dell'industria nazionale attraverso lo sviluppo tecnologico; conseguire gli obiettivi nazionali in materia energetica e ambientale.

Con l'approvazione del decreto legge è previsto un forte potenziamento dell'attuale regime di detrazioni fiscali, che passerà dal 55% per gli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici (detrazione in scadenza il 30 giugno prossimo) al 65%.

Così, per le spese documentate sostenute a partire dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 31 dicembre 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell'intero edificio), spetterà la detrazione dell'imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Il provvedimento introduce significative ed importanti novità rispetto alle precedenti proroghe. La proroga, fino al 31 dicembre 2013, delle detrazioni Irpef prevista nel decreto legge (50 per cento, dall'ordinario 36 per cento, per spese di ristrutturazioni edilizie fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro, 48.000 euro nel regime ordinario). Tale proroga è stata estesa anche all'acquisto di mobili finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10 mila euro (in pratica si concede un bonus di 5.000 euro).

Le detrazioni riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all'adozione di misure antisismiche, nonché all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici, in base a quanto già previsto dall'art. 16 bis, comma 1, lett. i) del Testo unico delle imposte sui redditi;

Si tratta, presumibilmente, dell'ultima conferma per questo genere di benefici fiscali, in quanto espressamente prevista nelle more della definizione di misure ed incentivi selettivi di carattere strutturale, finalizzati a favorire la realizzazione di interventi per il miglioramento e la messa in sicurezza degli edifici esistenti, nonché per l'incremento del rendimento energetico degli stessi.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Risorse
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress