In Qatar vietato distrarsi dalle preghiere del venerdì, scatta l'obbligo di chiusura per i negozi

La preghiera rituale è uno dei cinque pilastri dell'Islam. E in Qatar, che si prepara a modo suo ai mondiali di calcio del 2022, scatta l'obbligo per i negozianti di abbassare le saracinesche per 90 minuti durante le preghiere del venerdì.

Multe salate per chi - botteghe, bar, ristoranti, centri commerciali, uffici e persino ambulatori - non rispetterà l'obbligo di chiusura: la sanzione stabilita equivale a oltre 2.500 euro.

Il giornale The Peninsula annuncia il nuovo decreto che, adottato per volere dell'emiro Sheikh Tamim Al-Thani, entrerà in vigore subito dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. La normativa prevede l'obbligo di chiusura per tutti gli esercizi sin dall'adhan, la chiamata alla preghiera.