Home . AKI Italiano . Cultura e Media . Restauro rovina castello bizantino in Turchia, "Ora sembra SpongeBob"

Restauro rovina castello bizantino in Turchia, "Ora sembra SpongeBob"

Ironia su Twitter per un intervento troppo invasivo

CULTURA E MEDIA
Restauro rovina castello bizantino in Turchia, Ora sembra SpongeBob

Da Twitter

Con un restauro troppo pesante, un castello di epoca bizantina nel quartiere Sile di Istanbul si è trasformato in un enorme ritratto di SpongeBob, la spugna marina protagonista dell'omonimo cartoon Usa. Prima del restauro, l'edificio, simbolo del quartiere, appariva in parte diroccato e con la superficie dei muri consumata e resa irregolare dagli agenti atmosferici.

Ma dopo un lungo intervento, il castello-fortezza appare integro, con le pareti perfettamente levigate e di colore giallo paglierino, con due finestrelle in alto e una al centro che sembrano due occhi e un naso. Tanto da scatenare sui social network l'ironia dei turchi, che lo associano al volto giallo e squadrato di SpongeBob.

"Bellissimo - ha commentato l'utente di Twitter @Reakingjunkie - Hanno restaurato il castello di Sile e lo hanno trasformato in un monumento a SpongeBob". "Restauro? - si chiede un altro utente - Meglio lasciar perdere! Un monumento di 2000 anni è diventato il Castello di Minecraft", un celebre videogioco. "Ho lavorato nel settore dei restauri per quattro anni - si legge in un altro tweet - E' la prima volta che mi capita di vedere un castello restaurato che sembra SpongeBob".

"Nemmeno la stessa fortezza poteve credere al risultato del suo restauro", ha commentato con sarcasmo @canhipster. La fortezza di Sile, alta 12 metri, è costruita a picco sul mare ed era usata per l'avvistamento di navi nemiche. Si ritiene che risalga al regno dell'imperatore bizantino Andronico II Paleologo (1259-1332). Ma ora appare come un edificio appena costruito.

La municipalità di Sile, per ora, non ha risposto alle critiche, ma ha tenuto a pubblicare sul suo sito Web un comunicato in cui si precisa che il restauro si è svolto con la supervisione della facoltà di Architettura e Design dell'Università Kocaeli di Istanbul. "Tanto di cappello a questa meraviglia dell'estetica", hanno commentato con sarcasmo su Twitter.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI