Home . AKI Italiano . Economia . Turchia propone prima crociera halal, offerta turistica nel rispetto dell'Islam

Turchia propone prima crociera halal, offerta turistica nel rispetto dell'Islam

ECONOMIA
Turchia propone prima crociera halal, offerta turistica nel rispetto dell'Islam

Niente alcol, banditi i salumi, vietato il gioco d'azzardo. Sono queste le caratteristiche della prima ''crociera halal'' che partirà a settembre dalla Turchia per raggiungere le coste della Grecia. Presentata dalla compagnia turca di Antakya, la Fusion Tour, la crociera si rivolge ai turisti musulmani con un approccio che appunto è 'halal', ovvero permesso dall'Islam. L'offerta a bordo, infatti, sarà tutta nel rispetto dei valori religiosi islamici, con i centri benessere e quelli sportivi divisi per donne e uomini, così come anche i bagni turchi e le stanze dedicate alla preghiera.

Il ''turismo halal'' è uno di quelli che sta crescendo maggiormente in Turchia, dove negli ultimi 15 anni è aumentato il numero di hotel e agenzie turistiche che rispettano i valori dell'Islam. Quella che mancava era una crociera halal. La prima di questo genere partirà il 27 settembre dal porto della provincia di Izmir, nella Turchia occidentale, e raggiungerà le isole greche di Rodi e Creta, oltre alla città portuale del Pireo entro il 2 ottobre. ''Non sarà solo una crociera dove non c'è alcol o salumi. Sarà un tour storico e culturale che promettere un'atmosfera di scambi sociali'', ha detto il general manager di Fusion Tour, Kemal Gunay. Gokmen Aydinalp, il tour project manager, ha detto che gli organizzatori hanno pensato a tutto. ''Non lasceremo nemmeno un disegno sui muri della nave che sia contro i valori islamici'', ha detto.

L'obiettivo è quello di attirare turisti tra gli oltre due miliardi di cittadini musulmani al mondo e di offrire loro vari pacchetti turistici che includano il Mar Adriatico, l'Italia, Malta, Budapest, Belgrado e Vienna. In base all'Istituto turco di statistica, circa tre milioni di turisti arabi sono giunti in Turchia nel 2014, due milioni nel 2013. Il Global Muslim Travel Index 2015 diffuso da Mastercard parla di un mercato del turismo halal di 145 miliardi di dollari nel 2014, con previsioni di arrivare a 200 miliardi di dollari nel 2020.

In Turchia sono una cinquantina gli hotel che offrono servizi halal. L'Associazione degli hotel turistici del Mediterraneo (Aktob) indica che i principali sono nelle province di Antalya, Istanbul, Izmir, Aydin, Mugla e ad Ankara. ''Il numero di questi hotel era circa 25 prima del 2007. In cinque anni il numero di questi hotel è raddoppiato'', ha detto il ricercatore di Aktob Erol Karabulut.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI