Peres ringrazia Ue e Usa per "posizione chiara" contro Hamas

"Oggi la situazione è chiara, perché l'Egitto ha offerto un cessate il fuoco. Israele lo ha accettato. La Lega Araba lo ha accettato. L'unico che lo ha rifiutato e continua a sparare è Hamas". Ad affermarlo è stato il presidente israeliano Shimon Peres, durante l'incontro con il ministro degli Esteri Federica Mogherini, oggi in Israele. "Stiamo cercando di difendere la nostra gente, come dobbiamo, e stiamo anche cercando di non colpire persone innocenti a Gaza", ha sottolineato Peres che ha poi voluto ringraziare l'Europa, ricordando che insieme agli Stati Uniti ha "preso una chiara posizione contro la politica unilaterale, irragionevole e crudele di Hamas".

"Penso che Hamas - ha aggiunto il presidente israeliano - troverà la sua fine perché nessuno continuerà a sostenere il terrorismo, e sarà la migliore notizia per il popolo di Gaza. Allo stesso tempo, continueremo a cercare modi e aperture per rinnovare i negoziati politici, ma ci piacerebbe vedere una pace permanente, invece del terrore continuo. Questa volta - ha spiegato - Hamas è isolato, la giustizia ha una netta maggioranza".

Peres ha ricordato al capo della diplomazia italiana gli sforzi in corso da parte delle forze della difesa israeliana per ridurre le vittime civili. "C'è una zona da cui viene lanciata la maggior parte dei razzi e abbiamo trasmesso un avviso alle persone di andarsene invece di diventare vittime della politica di Hamas, che cerca di proteggere i suoi razzi con i civili. La nostra scelta - ha concluso - è di fare il possibile per ridurre al minimo le vittime civili e stiamo permettendo l'arrivo di cibo e altri rifornimenti essenziali, tra cui i farmaci".