Home . AKI Italiano . Politica . Sondaggio palestinese rivela, i palestinesi continuano a preferire Hamas a Fatah

Sondaggio palestinese rivela, i palestinesi continuano a preferire Hamas a Fatah

Ma palestinesi continuano a preferire Haniyeh ad Abbas

POLITICA
Sondaggio palestinese rivela, i palestinesi continuano a preferire Hamas a Fatah

Cala la popolarità di Hamas a un mese dalla fine dell'operazione israeliana 'Margine protettivo', che ha causato la morte di 2.100 palestinesi e il ferimento di altri 11.000 nella Striscia di Gaza. Secondo un sondaggio realizzato dal Centro palestinese per le ricerche politiche e statistiche, nel caso si tenessero oggi elezioni parlamentari il 39% voterebbe per Hamas e il 36% per Fatah. Un mese fa, poco dopo la firma del cessate il fuoco, i risultati furono ampiamente diversi: 46% per Hamas e 31% per Fatah.

Secondo il Centro palestinese, sono intervenuti "importanti cambiamenti nelle posizioni dell'opinione pubblica palestinese, rispetto ai risultati ottenuti nel sondaggio precedente". In particolare, "c'è meno soddisfazione per i risultati della guerra" e questo "è dovuto probabilmente al fatto che l'assedio sta continuando e i valichi restano chiusi".

Se il consenso nei confronti di Hamas e del suo leader a Gaza ha infatti registrato un calo, così come l'opzione della resistenza armata, i palestinesi continuano a preferire il movimento di resistenza islamico a Fatah e al presidente Abbas. "Nel caso in cui si svolgessero oggi elezioni presidenziali, il leader di Hamas in esilio, Ismail Haniyeh, conquisterebbe il 55% dei consensi, rispetto al 61% di un mese fa, mentre Abbas il 38%, rispetto al 32% di un mese fa", afferma lo studio, secondo cui il picco di consensi per Haniyeh si registra in Cisgiordania.

Stando al sondaggio, è in calo anche la fiducia dei palestinesi nei confronti del successo della riconciliazione e la soddisfazione per l'operato del governo di consenso. "La maggioranza degli intervistati vorrebbe sostituire il governo di consenso con uno di unità nazionale formato dai principali partiti", precisa lo studio, aggiungendo che "l'80% degli intervistati è a favore del lancio di missili su Israele se non si porrà fine all'assedio alla Striscia di Gaza".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.