Olp fa appello a governo britannico a seguire orme Camera dei Comuni, riconosca Stato palestinese

"Il governo britannico segua l'esempio del suo Parlamento e dell'opinione pubblica e riconosca lo Stato palestinese". E' questo l'appello lanciato da Hanan Ashrawi, esponente dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), all'indomani del voto favorevole espresso dalla Camera dei Comuni del Regno Unito alla mozione non vincolante che riconosce lo Stato palestinese.

Ashrawi ha espresso soddisfazione per questo passo e ha esortato il governo britannico a "prendersi le sue responsabilità nei confronti del popolo palestinese e a correggere l'ingiustizia storica inflitta al popolo palestinese facendo passi concreti che ci portino alla fine dell'occupazione israeliana e al riconoscimento dello Stato della Palestina".

L'esponente dell'Olp ha ringraziato "a nome del popolo palestinese e dei suoi leader tutti coloro che hanno lavorato a questo risultato", sottolineando che il diritto dei palestinesi all'autodeterminazione "non è vincolato a negoziati" e che "il riconoscimento dello Stato palestinese non dipende dai risultati delle trattative con Israele", bensì "è un diritto naturale, politico e giuridico del nostro popolo e non è merce di scambio".

Il voto di ieri "è un messaggio al governo britannico e agli altri Paesi europei e rafforzerà quelle voci in Europa che fanno appello al riconoscimento dello stato palestinese" ha precisato Ashrawi, che ha messo in evidenza l'importanza della posizione espressa dall'opinione pubblica britannica nel raggiungimento di questo esito.