Home . AKI Italiano . Politica . Fondi iraniani bloccati dagli Usa, Teheran chiama in soccorso le star del cinema

Fondi iraniani bloccati dagli Usa, Teheran chiama in soccorso le star del cinema

POLITICA
Fondi iraniani bloccati dagli Usa, Teheran chiama in soccorso le star del cinema

Hassan Rouhani (Afp)

Scendono in campo le star del cinema iraniano sul caso dei due miliardi di dollari di fondi della Repubblica islamica bloccati nelle banche statunitensi. 'La diplomazia dell'arte', questo il nome del gruppo del quale fanno parte - come ha sottolineato l'agenzia ufficiale 'Irna' - artisti "fedeli ai valori della Nazione", ha lanciato una campagna per ottenere indietro il denaro che, secondo le autorità iraniane, è trattenuto dagli Usa "in modo illegale".

Alla guida della campagna è stato nominato l'attore Praviz Parastui. Ma molti altri artisti hanno già aderito, ha sottolineayo l''Irna', citando Davoud Rashidi, Ali Nassirian, Mohammad Ali Keshavarz, Jamshid Mashayekhi, Ebrahim Hatami-Kia, Pouran Derakhshandeh, Majid Majidi e Kamal Tabrizi.

"L'Iran è forte abbastanza per riprendersi i suoi diritti attraverso le vie legali", ha dichiarato Parastui dopo essere stato nominato alla guida del gruppo, che ha anche inviato una lettera al segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon per chiedergli di prestare attenzione al caso.

La nuova diatriba tra Iran e Usa ha avuto inizio il 20 aprile con una sentenza della Corte Suprema Usa. Il massimo organo giudiziario americano ha stabilito l'utilizzo di due miliardi di dollari di fondi iraniani, frutto di investimenti della Banca Centrale e bloccati in alcuni istituti di credito di New York, per risarcire le famiglie delle vittime statunitensi di attentati sponsorizzati da Teheran, che dal canto suo ha sempre negato le accuse.

Il presidente Hassan Rohani ha annunciato che il governo intende portare gli Usa davanti ai "tribunali internazionali" per riavere indietro il denaro. Nei giorni scorsi, inoltre, il Parlamento iraniano uscente, dominato dagli ultraconservatori, ha approvato una legge che obbliga il governo a chiedere i danni agli Usa per i "crimini" commessi contro la Repubblica islamica e i suoi cittadini.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI