Home . AKI Italiano . Politica . Esperto turco: "Scontro con Ankara ha favorito Rutte e rafforzato Erdogan"

Esperto turco: "Scontro con Ankara ha favorito Rutte e rafforzato Erdogan"

'Dopo scontro con L'Aja sondaggi indicano aumento favorevoli a riforma costituzionale'

POLITICA
Esperto turco: Scontro con Ankara ha favorito Rutte e rafforzato Erdogan

Gli attacchi all'Olanda del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, da una parte hanno favorito la vittoria dei liberali di Mark Rutte, dall'altra hanno giovato allo stesso leader turco, visto che i sondaggi indicano un aumento dei 'sì' al referendum costituzionale che si terrà in Turchia il 16 aprile. E' quanto sottolinea Huseyin Bagci, docente di Relazioni Internazionali all'Università Metu di Ankara, commentando in un'intervista ad Aki-Adnkronos International l'esito dei risultati del voto olandese alla luce dello scontro diplomatico con la Turchia.

Secondo Bagci, le parole di Erdogan sono state un fattore importante sulle consultazioni nel Paese europeo. "Prima di tutto - dichiara - gli elettori turchi che hanno il diritto di voto hanno appoggiato sicuramente Rutte, non Wilders (il leader populista Geert, ndr). Allo stesso tempo si è creata un'atmosfera nelle elezioni olandesi che ha permesso il successo del governo liberal-conservatore".

"Il suo intervento nello scontro turco-olandese ha assolutamente aiutato Rutte a mantenere l'incarico", sostiene il professore, secondo il quale il risultato delle elezioni è "positivo per la democrazia olandese" perché "i movimenti populisti non hanno avuto l'oppportunità di prendere il potere".

Per il docente, lo scontro diplomatico tra Ankara e L'Aja nel breve periodo, oltre a favorire Rutte, sembra aver aiutato anche Erdogan in vista del referendum sulla contestata riforma costituzionale che assegna maggiori poteri al presidente. "Sembra che Erdogan sia uscito rafforzato da questo voto in Olanda. Secondo alcuni sondaggi sono aumentati del 2% i favorevoli alla riforma costituzionale, ma manca ancora un mese e dobbiamo vedere quali saranno gli sviluppi", afferma l'esperto.

"La forte retorica polarizzante verso l'Olanda e la reazione olandese alla Turchia sembrano continuare. Anche oggi il presidente turco ha continuato gli attacchi. Non so quanto a lungo andranno avanti ma al momento questo scontro prosegue", conclude Bagci.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI