Home . AKI Italiano . Politica . Cecchino israeliano spara a palestinese ed esulta

Cecchino israeliano spara a palestinese ed esulta

POLITICA
Cecchino israeliano spara a palestinese ed esulta

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Un cecchino israeliano che spara contro un uomo, sul lato palestinese del confine della Striscia di Gaza, colpendolo tra l'esaltazione di altri soldati. E' quanto si vede in un video diffuso da un'organizzazione israeliana nel quale si sente qualcuno chiedere "hai un altro proiettile in canna?" e poi "è su di lui?".

A quel punto, viene fatto fuoco e il palestinese cade a terra sotto il colpo del cecchino tra gli applausi di altri militari. Secondo quanto riportato dal sito 'RT', l'Israel Defence Forces (IDF) ha affermato che indagherà sul caso e che il fatto risale ad alcuni mesi fa.

L'INCHIESTA - Un'inchiesta interna dell'esercito israeliano ha intanto stabilito che il cecchino ha agito correttamente, avendo sparato un solo colpo verso un palestinese che avanzava verso il confine dopo aver ignorato l'ordine di fermarsi; il soldato che ha fatto le riprese e viene udito mentre esulta verrà invece portato davanti ad una corte disciplinare.

Il video, ha affermato un portavoce militare, è stato girato il 22 dicembre vicino al valico di Kisufim con Gaza. Secondo l'esercito, il palestinese non è stato colpito alla testa ma ferito ad una gamba. L'uomo, ha riferito il portavoce, era una delle persone "sospettate di aver organizzato e guidato" la protesta al confine, con lanci di pietre e bottiglie molotov.

LIBERMAN - Per il ministro israeliano della Difesa, Avigdor Liberman, citato da 'Times of Israel', "il cecchino merita una lode, chi ha fatto le riprese la corte marziale". Ma il filmato ha sollevato forti polemiche, con i palestinesi che chiedono un'inchiesta della Corte Penale internazionale.

Il segretario generale del comitato esecutivo dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), Saeb Erekat, ha infatti chiesto alla Corte (Cpi) di aprire "un'inchiesta immediata" sui crimini di guerra commessi dalle forze israeliane.

L'APPELLO - Erekat ha esortato il procuratore generale della Cpi, Fatou Bensouda, a "guardare il video che mostra l'esecuzione sul campo e l'uccisione premeditata" di palestinesi da parte delle forze israeliane. "C'è forse bisogno di ulteriori prove per aprire un'inchiesta immediata?", si è chiesto Erekat.

L'esponente palestinese ha quindi accusato Israele di "privare i palestinesi dell'attributo di esseri umani esponendoli alle operazioni di cecchinaggio e agli omicidi mirati, in aperta violazione a tutte le convenzioni e leggi internazionali e al diritto umanitario".

LO STOP -"Se non saranno adottate misure immediate per fermare i crimini di guerra israeliani e porre fine all'occupazione - ha concluso Erekat -, la comunità internazionale sarà considerata partner principale nel crimine di eliminazione del nostro popolo".

ATTENZIONE: IMMAGINI VIOLENTE CHE POTREBBERO URTARE LA SENSIBILITA' DEI LETTORI

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.