Home . AKI Italiano . Religione . Papa: Patriarcato latino, minacce ebrei estremisti non ci spaventano

Papa: Patriarcato latino, minacce ebrei estremisti non ci spaventano

RELIGIONE

(Aki) - Il Patriarcato latino a Gerusalemme "non da' peso" alle minacce di alcuni ebrei estremisti di uccidere papa Francesco durante il suo pellegrinaggio in Terra Santa, che si svolgera' dal 24 al 26 maggio. E' quanto dichiara ad Aki-Adnkronos International il vicario patriarcale, Walim Shomali. "Queste minacce non ci spaventano - afferma Shomali - e siamo sicuri che non avranno il coraggio di fare del male a Sua Santita'". Allo stesso tempo, il prelato ha condannato "gli attacchi perpetrati negli ultimi mesi dal gruppo 'Prezzo da pagare' contro siti religiosi", ribadendo che chi commette queste azioni "non ci fa paura".

"La visita del papa - prosegue Shomali - giunge nel momento in cui si assiste al fallimento dei negoziati di pace tra palestinesi e israeliani, un momento di vuoto politico e di attesa nel quale Sua Santita' viene per dirci parole di pace e per parlarci di riconciliazione, poiche' senza riconciliazione non ci puo' essere pace". Inoltre, la visita di papa Francesco "e' un messaggio di unita' con i fratelli ortodossi". Il Sommo Pontefice incontrera' il patriarca ecumenico di Constantinopoli a Gerusalemme e i due firmeranno una dichiarazione congiunta a 50 anni di distanza dall'incontro che riuni' papa Paolo VI e il patriarca Atenagora presso la chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme.

Shomali rivela inoltre che tra le questioni che papa Francesco prendera' in esame nei suoi incontri vi sara' anche quella dei "cristiani perseguitati in Oriente. Il papa e' sensibile alle sofferenze dei cristiani in Oriente e a quelle dei profughi, come quelli che muoiono in mare mentre cercano di raggiungere i Paesi europei o quelli vittime dei conflitti in Iraq e in Siria", sottolinea Shomali. "La persecuzione delle minoranze e' opera di elementi estremisti nemici di tutti e nemici della fede e il Papa e' contro la persecuzione da qualunque parte provenga".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.