Home . AKI Italiano . Religione . Abbas elogia cristiani palestinesi, loro ruolo è fondamentale per la costruzione della nazione

Abbas elogia cristiani palestinesi, loro ruolo è fondamentale per la costruzione della nazione

RELIGIONE
Abbas elogia cristiani palestinesi, loro ruolo è fondamentale per la costruzione della nazione

E' un elogio dei cristiani palestinesi quello che viene dal presidente dell'Anp (Autorità nazionale palestinese) Mahmoud Abbas (Abu Mazen), che oggi in Vaticano ha incontrato Papa Francesco. ''In questa occasione santa vogliamo esprimere il nostro apprezzamento ai nostri fratelli palestinesi cristiani per il loro contributo fermo ed efficace nella costruzione della nazione palestinese. Chiediamo loro di restare con noi e di non venire spazzati via dall'emigrazione'', ha detto Abbas. I cristiani palestinesi rappresentano circa l'8 per cento della popolazione palestinese in Cisgiordania. La maggior parte di loro vive a Betlemme.

In un comunicato, il presidente dell'Anp ha poi detto che il riconoscimento dei cristiani palestinesi da parte del Papa ''sottolinea la nostra unità e la nostra determinazione alla costruzione di una Palestina sovrana, indipendente e libera basata sui principi di cittadinanza paritaria e sui valori di spiritualità e umanità''. Abbas ha poi sottolineato che ai cristiani palestinesi deve essere dato il ''diritto alla cittadinanza pieno ed equo'' in quanto ''condividono con noi le difficoltà fino a quando otterremo libertà, sovranità e dignità umana''. Il presidente palestinese ha quindi affermando che ''attraverso la verità e la giustizia potremo decidere il nostro destino e con la preghiera di credenti sinceri e fedeli potremo realizzare tutte le nostre imprese''.

Abbas si trova in Vaticano per la canonizzazione, prevista per domani in Piazza San Pietro, di due Beate palestinesi, suor Maria Alfonsina Danil Ghattas, nata a Gerusalemme nel 1843 e fondatrice della Congregazione delle suore del Rosario di Gerusalemme, e Maria di Gesù Crocifisso Baouardy, monaca professa dell'Ordine dei Carmelitani scalzi, fondatrice del 1876 del Convento Carmelo di Betlemme. Per l'evento sono giunti a Roma più di duemila pellegrini dalla Palestina, dalla Galilea e dalla Giordania.

Con Abbas, all'evento parteciperanno anche il capo dei negoziatori dell'Olp Saeb Erekat, il ministro degli Esteri palestinese Riyad al-Malki, il portavoce presidenziale Nabil Abu Rdeineh, il suo consigliere Nimr Hammad, il consulente diplomatico Majdi al-Khaldi, l'ambasciatore palestinese in Italia Mai al-Kalia e da quello in Vaticano Issa Qassissieh.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI