Home . AKI Italiano . Religione . 'Meglio una preghiera che sprecare tempo su Fb', muezzin nella bufera in Egitto

'Meglio una preghiera che sprecare tempo su Fb', muezzin nella bufera in Egitto

RELIGIONE
'Meglio una preghiera che sprecare tempo su Fb', muezzin nella bufera in Egitto

(Foto Infophoto)

"Pregare è meglio che passare il tempo su Facebook". Così, secondo le accuse, sarebbe stato modificato da un muezzin egiziano il richiamo alla preghiera del mattino.

"Pregare è meglio che dormire", recita il tradizionale richiamo. E la variazione sul tema sta costando cara al muezzin 'incriminato', Mahmoud al-Moghazi, religioso di Kafr al-Dawar. La sua storia, con tanto di sanzioni disciplinari e intervento del ministero per gli Affari Religiosi, è finita sulla Bbc. A denunciare il muezzin sono stati i fedeli della moschea Sayed Ghazi: qualcuno lo ha accusato di essere un miscredente, altri hanno detto di aver smesso di frequentare la moschea a causa della sua 'stravaganza'.

In tv, ieri sera, il religioso si è difeso ribaltando le accuse e scagliandosi contro i suoi detrattori ha detto che sostengono i Fratelli Musulmani, considerati organizzazione "terroristica" dalle autorità del Cairo. Per il momento, in attesa dei risultati delle indagini del ministero, al-Moghazi è stato sospeso. Il religioso, che chiede l'intervento del presidente Abdel Fattah al-Sisi, minaccia lo sciopero della fame se non verrà riammesso al servizio.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI