Home . AKI Italiano . Sicurezza . Libia: ucciso alleato di Haftar a Bengasi

Libia: ucciso alleato di Haftar a Bengasi

SICUREZZA
Libia: ucciso alleato di Haftar a Bengasi

(Aki) - Il capo delle guardie libiche a tutela dei siti sensibili, Azmy Al-Borghothy, è stato assassinato a Bengasi per essersi unito alle forze fedeli all'ex generale Khalifa Haftar, leader dall'autoproclamato ''Consiglio supremo militare''. Lo riferisce l'agenzia di stampa Mena. A darne notizia è stato il portavoce delle Forze speciali Miloud Al-Zouey, spiegando che l'uccisione di al-Borghothy è stata confermata dalla sua unita'.

Nato nel 1981, Borghothy era un ufficiale dell'aviazione che aveva combattutto contro il regime di Muammar Gheddafi durante la Rivoluzione del 17 febbraio 2011. Di recente aveva aderito all'Operazione Dignita', lanciata lo scorso 16 maggio da Haftar con l'obiettivo di ripulire la Libia dal ''terrorismo e dall'estremismo''. Solo ieri a Bengasi si sono contati 18 morti negli scontri tra gli uomini di Haftar e alcune milizie islamiche, tra le quali Ansar al-Sharia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.