Ancora razzi e raid, 11 i morti a Gaza, anche moglie e figlia leader Hamas

Sono almeno 11 i palestinesi rimasti uccisi nella Striscia di Gaza a seguito dei nuovi raid israeliani, ripresi ieri dopo il lancio -denunciato dalle forze israeliane- di razzi contro lo Stato ebraico. A riferire il nuovo bilancio sono fonti palestinesi citate dalla Bbc. In Israele nelle ultime ore hanno continuato a suonare le sirene in diverse città, comprese Tel Aviv e Gerusalemme: lo Stato ebraico ha fatto sapere che circa 50 razzi sono stati lanciati ieri dalla Striscia di Gaza e 20 oggi.

Tra le vittime nella Striscia di Gaza vi sono una donna e una bambina morte ieri. Tramite Facebook, l'esponente di Hamas Musa Abu Marzouk, ha fatto sapere che si tratta della moglie e della figlia di Mohammed Deif, comandante militare delle Brigate Izzedine al-Qassam, il braccio armato di Hamas.

Un'altra persona è rimasta uccisa a Gaza sempre ieri, mentre otto palestinesi, forse tutti membri di una stessa famiglia, sono morti stamani in un raid israeliano sulla parte centrale della Striscia, come riporta la Bbc. In tutto i feriti, stando a fonti palestinesi, sarebbero circa 100.