Home . AKI Italiano . Sicurezza . Siria: rappresentante Kurdistan a Roma, ora festeggiamo presa Kobane

Siria: rappresentante Kurdistan a Roma, ora festeggiamo presa Kobane

Kader, notizia liberazione confermata da ministero Peshmerga a Erbil

SICUREZZA
Siria: rappresentante Kurdistan a Roma, ora festeggiamo presa Kobane

L'Alto Rappresentante del Kurdistan in Italia, Rezan Kader

"Ora è arrivato il momento di festeggiare. In tutto il Kurdistan stasera si ballerà e si canterà. Siamo felicissimi". Così l'Alto Rappresentante del governo regionale del Kurdistan in Italia e presso la Santa Sede, Rezan Kader, in un'intervista ad Aki-Adnkronos International commenta la notizia della presa di Kobane, la città siriana da alcune ore sotto il totale controllo dei miliziani curdi.

"Ho ricevuto la conferma (della conquista di Kobane, ndr) da parte del ministero dei Peshmerga a Erbil (capoluogo del Kurdistan iracheno, ndr)", afferma la Kader, secondo la quale "tutte le tv" della regione autonoma dell'Iraq stanno celebrando la vittoria, trasmettendo le immagini dei peshmerga.

La conquista di Kobane - tiene a precisare l'Alto Rappresentante - è stata possibile solo "grazie all'intervento dei peshmerga e dei volontari. Nessun altro si è battuto per liberare Kobane".

I combattenti curdi - sottolinea - hanno pagato con il sangue la vittoria sui jihadisti dello Stato islamico. "Quattro-cinque peshmerga iracheni sono morti, mentre numerosi sono rimasti feriti" nei combattimenti a Kobane, dichiara la Kader. "Ora - conclude - spero che tutte le altri parti del Kurdistan in mano a Daesh (acronimo dell'Is in arabo, ndr) vengano liberate, così come i territori a cavallo tra Siria e Iraq controllati dai jihadisti".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI