Migranti morti soffocati in container, 6 sono bambini

Otto migranti, tra cui sei bambini, sono morti soffocati per aver inalato vapori di benzina in un container merci a Zuara, città sulla costa libica ad ovest di Tripoli spesso utilizzata dai trafficanti di essere umani come punto di partenza per i barconi diretti in Europa. Lo riferisce una nota della Direzione per la sicurezza di Zuara, precisando che altri 90 migranti - anch'essi stipati all'interno del container - sono stati ricoverati in condizioni critiche.

La maggior parte dei migranti che viaggiava nel container era originaria di paesi sub-sahariani. Presenti anche persone provenienti dal Pakistan e dal Bangladesh. I migranti erano stati chiusi all'interno di un container frigo, solitamente adibito al trasporto di carne o pesce. Sono stati scoperti appena fuori Zuara, non distante dal terminal di gas e petrolio di Mellitah.

Oltre ai sei bambini sono morti anche una donna e un giovane, ha riportato la Direzione per la sicurezza, precisando che nel container è stata trovata benzina.