Home . Cultura . Sì alle opere d'arte negli alberghi e basta alle visioni "limitate e di immobilismo"

Sì alle opere d'arte negli alberghi e basta alle visioni "limitate e di immobilismo"

'Al Waldorf Astoria di Roma c'è il Trittico di Tiepolo e Montanari non se n'è mai occupato'

CULTURA
Sì alle opere d'arte negli alberghi e basta alle visioni limitate e di immobilismo

Roma, 16 dicembre 2014. Palazzo dell'Informazione. Presentazione di Adnkronos Culturalia. Forum 'L'Italia che non ti aspetti' (Foto Adnkronos/Cristiano Camera)

La visione della gestione del patrimonio culturale "va cambiata". E' l'idea di molti, tra storici dell'arte e operatori culturali, dopo la proposta di esporre negli alberghi le opere e i reperti custoditi nei depositi dei musei. Una proposta lanciata da Culturalia in occasione del forum 'L'Italia che non ti aspetti', organizzato da Adnkronos, e accolta con favore da Federalberghi e Federculture e con interesse dal sottosegretario ai Beni culturali, Ilaria Borletti Buitoni e contestata dallo storico dell'arte Tomaso Montanari su un quotidiano.

Gino Crisci, rettore dell'Università della Calabria, definisce "limitata e di immobilismo" la visione di Montanari. "Si tratta di opere che stanno nei caveau dei musei - afferma Crisci all'Adnkronos - e che penso vadano valorizzate esponendole. Abbiamo i depositi dei musei pieni di opere che nessuno ha visto e che nessuno vedrà mai. Esporle negli alberghi - spiega il rettore dell'Università della Calabria - significa valorizzarle. E' chiaro che il tutto va fatto con le dovute cautele e con la supervisione del Mibact. Ma in Italia - conclude - dobbiamo superare questa visione di immobilismo alla Montanari dei beni culturali".

"Alcuni grandi capolavori dell'arte italiana sono esposti già negli alberghi, come il Trittico di Tiepolo che si trova al Waldorf Astoria di Roma. E' lì da anni e Montanari non se n'è mai occupato", ricorda Vittorio Sgarbi, commentando le preoccupazioni di Montanari.

"Le valutazioni vanno fatte 'cum grano salis' - dice Sgarbi - e di volta in volta si possono assumere delle posizioni. Quelle di Montanari sono spesso moralistiche, anche se nel fondo non sono del tutto sbagliate, perché gli alberghi sono luoghi dove si può fare una mostra, ma i musei sono i luoghi deputati a custodire ed esporre le opere d'arte".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI