Home . Cultura . Genova espone 'Andy Warhol sul comò', una collezione privata ma vista prima

Genova espone 'Andy Warhol sul comò', una collezione privata ma vista prima

Dal 2 aprile al 5 luglio il Museo di arte Contemporanea di Villa Croce ospiterà quasi 100 opere di una collezione genovese mai presentata al pubblico

CULTURA
Genova espone 'Andy Warhol sul comò', una collezione privata ma vista prima

Dal 2 aprile al 5 luglio il Museo di arte Contemporanea di Villa Croce a Genova ospiterà 'Andy Warhol sul comò', circa 100 opere di una collezione genovese mai presentata al pubblico. Le opere, scelte con cura da Rosetta Barabino, sono il frutto di una passione condivisa con il figlio minore che per più di trent’anni li ha portati per gallerie e mostre d’arte contemporanea.

"La signora Barabino appartiene a quella ristretta élite di visionari che nell’ambito del collezionismo d’avanguardia dava a noi giovani mercanti un’attenzione che era, in tutti i sensi, l’ossigeno per stare in vita" ha affermato Gian Enzo Sperone, storico gallerista internazionale. L’esposizione vuole evidenziare come già negli anni '60 e '70 Genova fosse il centro di un collezionismo illuminato e d'avanguardia che trovava nelle ricerche del minimalismo americano il fulcro della contemporaneità.

La mostra riunisce settanta artisti italiani e internazionali, da Andy Warhol a Carl Andrè, passando per Donald Judd, Cy Twombly, Dan Flavin e Robert Morris, oltre a Joseph Beuys, Cindy Sherman, Gordon Matta-Clark, Takashi Murakami, Ettore Spalletti, Fischli & Weiss e Yang Fudong per raccontare la storia dell’arte contemporanea attraverso lavori che, installati in un ambiente domestico moderno dimostrano come l’arte contemporanea possa diventare ispirazione quotidiana per immaginare il futuro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI