Home . Cultura . Addio a Mario Pirani, tra i fondatori di 'Repubblica'

Addio a Mario Pirani, tra i fondatori di 'Repubblica'

CULTURA
Addio a Mario Pirani, tra i fondatori di 'Repubblica'

Mario Pirani (Foto AdnKronos)

Lutto nel mondo del giornalismo: è morto Mario Pirani, firma storica di 'Repubblica', alla cui fondazione aveva partecipato. Il giornalista e scrittore, 89 anni, nel corso della sua lunga carriera, fu anche direttore dell''Europeo', dal 1979 al 1980. L'ultimo volume pubblicato cinque anni fa: 'Poteva andare peggio. Mezzo secolo di ragionevoli illusioni'.

Di seguito il video dell'intervista di Veronica Marino al giornalista

NAPOLITANO - Uno dei primi a ricordare la figura di Pirani è il Presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano: "La notizia della morte di Mario Pirani mi colpisce e addolora profondamente. Eravamo legati da un’amicizia antica e resistente ad ogni difficoltà o momentanea incomprensione".

MARINO - “Con la scomparsa di Mario Pirani l’Italia perde un uomo di grande saggezza ed equilibrio. Una voce che non ha mai avuto il timore di esprimere le proprie opinioni con convinzione, anche quando erano scomode e non in linea con l’opinione pubblica predominante. A sua moglie e alla sua famiglia esprimo oggi il mio più sincero cordoglio. A Mario, che conoscevo da tanti anni, mi legava una amicizia solida e un grande rispetto". Così in una nota il sindaco di Roma Ignazio Marino. "Ho avuto la fortuna di frequentarlo spesso e di confrontarmi con lui quando, nel mio lavoro parlamentare, mi sono occupato del Servizio sanitario nazionale - aggiunge - Con lui, illustre cittadino romano, ho girato tanti luoghi della nostra città, per cui ha avuto sempre grande attenzione e infinito amore”.

Anche l'Adnkronos esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Mario Pirani, grande maestro di giornalismo e protagonista della vita culturale del paese. L'editore Giuseppe Marra partecipa al dolore dei familiari, ricordando i sentimenti di stima e amicizia condivisi negli anni. Un abbraccio affettuoso al figlio Paolo, che ha fatto parte della famiglia dell'Adnkronos.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI