Home . Cultura . Siria: patrimonio archeologico distrutto dall'Isis, se ne discute a Roma

Siria: patrimonio archeologico distrutto dall'Isis, se ne discute a Roma

Convegno giovedì 19 a Santa Maria in Cosmedin con Capucci, Haddad, Matthiae

CULTURA
Siria: patrimonio archeologico distrutto dall'Isis, se ne discute a Roma

Palmira

Giovedì 19 maggio alle ore 18 a Roma, nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin, in via della Greca 3, si parla del patrimonio archeologico e culturale siriano distrutto dai terroristi. L'evento è patrocinato dal ministero del Turismo siriano. Durante la conferenza verrà esposta e messa in vendita una riproduzione di uno dei più antichi trattati di pace scritto su tavoletta: il ricavato della vendita contribuirà alla ricostruzione di importanti siti archeologici siriani come quello di Palmira, vandalizzato dall' offensiva dell'Isis.

Interverranno, Mons. Hilarion Capucci, padre Mtanios Haddad (Rettore Basilica S. Maria in Cosmedin), Abolfazl Emami (Centro islamico Imam Mahdi), Jamal Abo Abbas (Presidente Comunità siriana in Italia), Ada Oppedisano (Presidente Sol.Id Onlus), Annunziata Russo (docente di Lingua e cultura araba - Università di Macerata), Gian Micalessin (giornalista e reporter di guerra), l'archeologo Paolo Matthiae e in collegamento il ministri del Turismo siriano Eng. Besher Ryad Yazji.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI