Home . Cultura . Franceschini: "Verso una 'dichiarazione di Firenze' al G7 della cultura"

Franceschini: "Verso una 'dichiarazione di Firenze' al G7 della cultura"

CULTURA
Franceschini: Verso una 'dichiarazione di Firenze' al G7 della cultura

"Stiamo lavorando perché al G7 di Firenze ci sia una dichiarazione congiunta sui grandi temi di questo tempo, come quelli della cultura come strumento di dialogo, o come quello dell'impegno della comunità internazionale per tutelare il patrimonio dell'umanità dai conflitti e dal terrorismo che lo distrugge, come è successo a Palmira. O come quello del traffico illecito dei beni culturali". Lo ha detto il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, soffermandosi sul prossimo G7 della Cultura che si svolgerà a Firenze il 30 e 31 marzo prossimi.

Nel corso della conferenza su 'Cultura e Turismo per la crescita del Paese', che ha tenuto oggi all'Accademia Nazionale dei Lincei, Franceschini ha spiegato: "Vogliamo che l'Italia eserciti un ruolo di leadership. Penso che, con un lavoro comune e tutti insieme, questa leadership potremmo conquistarla e mantenerla".

Franceschini ha ricordato che "abbiamo chiesto e ottenuto che nei lavori preparatori del G7 non ci fossero tra i temi trattati soltanto quelli tradizionali, come quello dell'energia o quello della sicurezza, ma che ci fosse un G7 cultura. Ci saranno i 7 ministri della cultura e le grandi organizzazioni internazionali".

Si tratta, ha inoltre sottolineato Franceschini, "della prima volta che viene introdotto un G7 cultura e sono convinto che, dopo che l'Italia ha avviato questa esperienza, anche gli altri Paesi avranno tra i G7 tematici quello della cultura. Il tema è ovviamente 'La cultura come strumento di dialogo'".

L'organizzazione prevede, ha concluso Franceschini, "prima un tavolo di lavoro tra i ministri e poi un secondo appuntamento, una tavola rotonda il mattino dopo, con un intellettuale per ogni Paese, che potrebbe essere un direttore di museo o un'altra personalità della cultura".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI