Home . Fatti . Cronaca . Tav, Regione stanzia 10 mln per rilancio attività produttive Valsusa

Tav, Regione stanzia 10 mln per rilancio attività produttive Valsusa

CRONACA
Tav, Regione stanzia 10 mln per rilancio attività produttive Valsusa

La Giunta regionale del Piemonte, riunitasi questa mattina per l'esame di delibere con carattere di urgenza e indifferibilità, ha assegnato allo sviluppo dell'imprenditoria della valle di Susa un'integrazione di 10 milioni di euro alla misura del programma per le attività produttive destinata alle imprese piemontesi potenzialmente redditizie interessate dalla realizzazione di grandi infrastrutture.

''Si tratta di una delibera molto importante -commneta il presidente del Piemonte, Roberto Cota - ancora una volta ecco la differenza tra il mondo delle chiacchiere e quello delle cose fatte: abbiamo sentito tante parole in questi anni ma chi fa qualcosa di concreto siamo noi. Lo Stato centrale, anche su questo tema, è invece perennemente immobile''

Questa nuova agevolazione attivata dalla Regione e gestita da Finpiemonte, riguarda le aree della Valle di Susa interessate dalla realizzazione del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione. La misura ha una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro destinati alle pmi locali, comprese le microimprese, attive in tutti i settori, inclusi commercio e artigianato, per interventi a sostegno del capitale circolante, per progetti di investimento e iniziative di rilocalizzazione produttiva e imprenditoriale. Inoltre, la misura prevede anche un fondo di garanzia destinato alle pmi della valle di Susa che intendano usufruire delle agevolazioni gestite da Finpiemonte.

Con questa decisione, si legge in una nota, la Regione risponde alla necessità di dare attuazione a misure specifiche a sostegno delle attività imprenditoriali della valle di Susa, dando seguito e concretezza al lungo percorso di confronto e condivisione intrapreso, insieme all'Osservatorio Torino-Lione, con gli attori economici, gli enti locali e le associazioni della valle. La nuova misura non comporta oneri sul bilancio regionale e si inserisce nell'Asse 1 'Competitività delle imprese" - misura 1.3 Innovazione nelle p.m.i' del Programma 2011/2015 per le attività produttive.

Le risorse vengono trasferite a titolo di anticipazione provvisoria dalle risorse a valere sulla sezione emergenze del 'Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese' e potranno poi essere restituite, utilizzando i fondi statali stanziati a titolo di compensazione.

Il bando sarà aperto dopo il consueto iter di condivisione con le associazioni di categoria, a marzo e funzionerà a sportello.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.