Home . Fatti . Cronaca . Al via le Olimpiadi di Italiano, giovedì prima prova per 15mila studenti

Al via le Olimpiadi di Italiano, giovedì prima prova per 15mila studenti

CRONACA
Al via le Olimpiadi di Italiano, giovedì prima prova per 15mila studenti

Tutto pronto per la IV edizione delle Olimpiadi di italiano. Sono 15mila gli studenti di 600 scuole superiori italiane iscritti alla prima prova, prevista per giovedì 13 febbraio.

Una gara inserita nel programma di valorizzazione delle eccellenze che si concluderà a Firenze a Palazzo Vecchio, l'11 e il 12 aprile prossimi, abbinata ad un'iniziativa culturale più ampia di valorizzazione della lingua e letteratura italiana dal titolo 'Giornate della lingua italiana'. La seconda fase delle Olimpiadi si svolgerà il 13 marzo con una selezione a livello interprovinciale.

Novità di quest'anno è la partecipazione alla gara anche delle scuole italiane all'estero, delle sezioni italiane di scuole straniere e internazionali all'estero e delle scuole straniere in Italia. A questo proposito hanno già aderito istituti da diverse parti del mondo: da Madrid a Casablanca, da Praga a parigi, da Barcellona a Bruxelles, passando per Sofia, Bratislava, Il Cairo e Asmara.

Presentate al ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, le Olimpiadi nella loro fase finale vedranno la partecipazione di 60 studenti delle scuole italiane e 8 selezionati per le scuole straniere e per le scuole di lingua tedesca a ladina. Al momento, per quanto riguarda l'Italia, la regione con il maggior numero di scuole iscritte è la Campania (73). Seguono Veneto (55) e Lombardia (52).

Per il sottosegretario all'Istruzione, Marco Rossi Doria, queste manifestazioni sono necessarie "per valorizzare le eccellenze, che sono tante, nelle nostre scuole su una questione fondamentale, storicamente e culturalmente, e che è un elemento fondante della nostra identità. Qui si tratta di sapere l'italiano - ha detto - di usarlo bene, di avere un lessico ricco, una competenza linguistica consolidata e ben articolata: una cosa che in passato è stata sottovalutata".

Il direttore generale per gli Ordinamenti Scolastici, Carmela Palumbo, ha spiegato come "le Olimpiadi di italiano sono una competizione relativamente giovane rispetto alla gare di matematica o fisica che hanno tanti e tanti lustri. Tuttavia abbiamo registrato una larga parteciapzione che va crescendo negli anni. Lo scopo è quello di riportare al centro l'uso corretto della nostra lingua e, anche per questo, abbiamo abbinato le Olimpiadi alle 'Giornate della lingua italiana'".

L'importanza e la necessità della manifestata è stata evidenziata anche dalla presidente dell'Accademia della Crusca, Nicoletta Maraschio: "E' importante richiamare l'attenzione sulla nostra lingua per alzare la consapevolezza linguistica che nel nostro Paese non è così forte".

Infine, l'assessore alle Politiche giovanili del Comune di Firenze, Cristina Giachi, ha espresso l'orgoglio della città per la collaborazione nell'attuazione di tale manifestazione, sottolineando che le 'Giornate' saranno dedicate alla poesia di Mario Luzi, a cento anni dalla nascita, alla prosa di Niccolò Machiavelli e di Galileo Galilei e al tema della promozione della lettura, tra scrittura ed editoria cartaceea e digitale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.