Home . Fatti . Cronaca . Marò, flash mob e Inno d'Italia, dalle piazze italiane il grido 'Liberi adesso'

Marò, flash mob e Inno d'Italia, dalle piazze italiane il grido 'Liberi adesso'

CRONACA
Marò, flash mob e Inno d'Italia, dalle piazze italiane il grido 'Liberi adesso'

'Liberi adesso': è il grido che si è alzato dalle piazze di tante città italiane, pronunciato dai partecipanti al 'flash mob', organizzato in occasione dell'anniversario del fermo, avvenuto da parte dell'India dei due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti da due anni in India. L'iniziativa, organizzata dal gruppo Leone di San Marco, ha visto la partecipazione di tanti cittadini e associazioni d'arma sparse sul territorio nazionale e all'estero. Nella Capitale, il flash mob si è tenuto alle 18 di mercoledì, a piazza del Popolo.

I manifestanti, un centinaio circa, hanno intonato l'Inno d'Italia, mentre alcuni cittadini hanno mostrato cartelli su un foglio con delle lettere che componevano la scritta 'Liberi subito'. ''Il senso di questa nostra iniziativa è espremere solidarietà ai nostri marò -spiega Antonello Ciavarelli, delegato del Cocer Interforze- noi siamo militari e diamo la vita per la sicurezza e la pace dei popoli''. ''E' stato un momento di unitarietà da parte di tutti, militari fuori dal servizio insieme a cittadini, per tenere accesi i riflettori sulla vicenda dei nostri due fucilieri di Marina'', sottolinea Vito Alò, delegato del Cocer Marina. ''Alla manifestazione -aggiunge- ha partecipato l'ammiraglio Romano Sauro, nipote del patriota ed eroe Nazario Sauro. Una presenza che ha dato un valore aggiunto all'iniziativa promosa dall'Associazione gruppo Leone di San Marco''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.