Home . Fatti . Cronaca . Chiesa: Bagnasco, con 8x1000 lo Stato da' 1 mld euro e ne risparmia 11

Chiesa: Bagnasco, con 8x1000 lo Stato da' 1 mld euro e ne risparmia 11

Importo per il 2014 cresciuto da 1.032 a 1.055 mln

CRONACA

E' pari a 1 miliardo 55 milioni 321 mila euro la cifra complessiva destinata per il 2014 alla Chiesa cattolica italiana grazie all'8x1000. Un dato leggermente superiore a quello dello scorso anno che era pari a 1 miliardo 32 milioni di euro. La suddivisione per capitoli della cifra disponibile vede 433 milioni 321 mila euro destinati alle spese per il culto e la pastorale, 245 milioni per gli interventi caritativi e 377 milioni per il sostentamento del clero. Questi finanziamenti sono relativi alle dichiarazioni presentate nel 2011 sui redditi del 2010.

Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, dice ''grazie agli italiani per la loro generosità e per continuare ad avere fiducia nella Chiesa e a riconoscere la sua presenza spirituale e la valenza anche sociale e culturale della Chiesa in Italia, che è al servizio di tutti e non soltanto di una parte. La cifra destinataci dall'8x1000 è una somma che ci permette di continuare la nostra presenza nelle attività caritative e pastorali, associative e assistenziali''.

Sottolinea a questo proposito Bagnasco: ''La Chiesa vuole essere presente, secondo quello che è il suo mandato e il suo dovere. Ma si calcola che lo Stato, proprio grazie a queste attività sociali della Chiesa, abbia un risparmio di 11 miliardi di euro e dunque un ritorno decuplicato rispetto al miliardo di euro dell'8x1000 alla Chiesa cattolica italiana. Si tratta di un rapporto 1 a 11''. Dare soldi alla Chiesa, dunque, è un ottimo investimento per lo Stato? ''I dati sono quelli che abbiamo di fronte -risponde il presidente della Cei- e mi pare che parlino chiaro''.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI