Home . Fatti . Cronaca . Tartarughe 'satellitari' tra praterie marine e canyon subacquei

Tartarughe 'satellitari' tra praterie marine e canyon subacquei

CRONACA

Le tartarughe marine passano la maggior parte del loro tempo in acqua ma si sa ancora poco sulle loro abitudini e le loro migrazioni. Per conoscerle meglio, grazie ad appositi trasmettitori satellitari sarà possibile mappare i loro spostamenti, consentendo ai ricercatori di monitorarle da un oceano all'altro, e di osservare i loro tragitti attraverso praterie marine, canyon subacquei e barriere coralline.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI
01 / 07 - 12:33 |
Max938
segnala un abuso

Una caratteristica delle tartarughe marine mi incuriosisce :per quanto tempo possono rimanere in immersione prima di tornare a respirare ?