Home . Fatti . Cronaca . Siracusa: Nemo torna libera, salvata tartaruga caretta caretta

Siracusa: Nemo torna libera, salvata tartaruga caretta caretta

assessore Sicilia, occasione per risarcire la natura dei danni fatti dall'uomo

CRONACA

Sarà liberata sabato prossimo nelle acque di Siracusa ''Nemo'', una tartaruga marina di 22.2 chili della specie Caretta caretta. L'esemplare era stato recuperato in mare, ferito, nei primi giorni di maggio dalla Capitaneria di Porto. Trasportata presso il Centro di monitoraggio e controllo delle tartarughe marine e cetacei dell'Istituto zooprofilattico sperimentale di Palermo, è stata sottoposta ad indagini diagnostiche e terapie di supporto per accertare i danni subiti.

Dopo un delicato intervento chirurgico di esofagotomia per la rimozione di un amo da pesca, Nemo è stata trasferita in vasca per la riabilitazione. La cura presso il centro è durata quattro settimane. Oggi ''Nemo'', riacquistate le migliori condizioni fisiche, è pronta per essere reintrodotta nel suo habitat naturale.

La liberazione avverrà nelle acque della riserva marina del Plemmirio dove la tartaruga arriverà a bordo di un'unità messa a disposizione dal gruppo barcaioli del Complesso portuale di Siracusa con l'assistenza dell'unità navale della Guardia costiera di Siracusa. ''E' una rara e preziosa occasione di risarcire la natura dei danni che noi uomini contribuiamo a creare - dice l'assessore all'Agricoltura della Regione siciliana, Ezechia Reale. Da assessore non posso che prendere atto del buon lavoro svolto dall'Istituto zooprofilattico siciliano per la tutela della biosicurezza e della biodiversità della fauna selvatica marina oltre che per la conservazione e la valorizzazione delle aree marine''.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI