Omicidio Fanella: diamanti sequestrati a Pofi, 'tesoro' da oltre 30 mln

Un 'tesoro' da oltre 30 milioni di euro. Nella perquisizione fatta scattare il 3 luglio scorso dai Carabinieri del Ros in un immobile riconducibile a Silvio Fanella, nel comune di Pofi (Fr) sono state ritrovate 34 buste di stoffa piene di diamanti, della grandezza di 30 centimetri per 20. Dovrà essere un'apposita perizia ad accertare il reale valore dei preziosi, ritrovati insieme a somme di denaro in valuta comunitaria e statunitense, ammontanti complessivamente a 422.000 euro, e a diversi orologi di pregio. Ma una prima stima, riferiscono all'Adnkronos qualificate fonti investigative, non esclude che il valore di ciascuna busta sequestrata possa arrivare anche a un milione di euro.

Le stesse fonti riferiscono che sono 6 i diamanti, molto grossi e di qualità notevole e diversa, ritrovati nell'abitazione di Roberto Macori, già autista di Gennaro Mokbel, fermato ieri dalla procura di Roma insieme ad Aniello Barbetta e Giovanni Plastino, attualmente detenuto per un'altra vicenda, con l'accusa di aver tentato di sequestrare, il 29 agosto del 2012, proprio Fanella, ritenuto il 'tesoriere' dello stesso Mokbel, poi ucciso giovedì scorso in quello che si ritiene essere stato un nuovo tentativo di sequestro finito in tragedia.