Home . Fatti . Cronaca . Reggio Calabria, processo Rilancio: assolti sindaco di Seminara ed editore

Reggio Calabria, processo Rilancio: assolti sindaco di Seminara ed editore

CRONACA
Reggio Calabria, processo Rilancio: assolti sindaco di Seminara ed editore

E' terminato con l'assoluzione il processo 'Rilancio' a carico di una presunta organizzazione, operante in Italia e in Cina e Vietnam, finalizzata a sdoganare merce contraffatta al porto di Gioia Tauro. Tra gli imputati c'erano il sindaco di Seminara, Giovanni Piccolo, e l'editore di Approdonews Luigi Longo. Durante il procedimento, Piccolo è rimasto in carcere a lungo e gli è stata negata l'autorizzazione a rendere omaggio alla salma della madre.

Il processo si è svolto a Roma. Nella sentenza, motivata contestualmente, si rileva che ''non è possibile citare una conversazione dalla quale si traggano elementi da cui dedurre la consapevolezza degli interlocutori della contraffazione delle merci del cui sdoganamento si discute'' e che gli indagati, che utilizzavano schede telefoniche intestate a se stessi, parlavano ''in termini del tutto compatibili con la ritenuta liceità dell'affare''.

L'avvocato Antonino Napoli, che insieme al collega Pasquale Gallo ha difeso l'imprenditore ed editore Luigi Longo, ha definito la vicenda del suo cliente ''veramente paradossale poiché è stato accusato di essere vicino alle cosche della 'ndrangheta sulla base di ciò che a parere degli inquirenti sarebbe emerso dal procedimento 'Cent'anni di Storia'. Orbene, in quel procedimento Longo era stato, invece, testimone del P.M. contro le cosche che avevano tentato la scalata alla Cooperativa All Services''.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI