Home . Fatti . Cronaca . Mucca in fuga, la Lav diffida il sindaco di Vinci dall'abbattimento

Mucca in fuga, la Lav diffida il sindaco di Vinci dall'abbattimento

CRONACA
Mucca in fuga, la Lav diffida il sindaco di Vinci dall'abbattimento

(Infophoto)

Eticamente inaccettabile e giuridicamente illegittima. Così la Lav, raccogliendo l'appello di 'Resistenza Animale', giudica l'Ordinanza numero 11 con la quale il sindaco di Vinci (Firenze), Giuseppe Torchia, ha disposto l'uccisione a vista di una mucca scappata il 14 luglio da un allevamento.

''Con una diffida legale chiediamo l'immediata sospensione e il ritiro in autotutela dell'Ordinanza, poiché non basata sugli accertamenti tecnico-scientifici necessari e quindi espone alla violazione dell'articolo 544 bis del Codice penale, uccisione 'non necessitata' di animale, che prevede la reclusione fino a due anni - ha detto Gianluca Felicetti, Presidente della LAV - per questo abbiamo chiesto a tutti gli organi di Polizia di non eseguirla e al Prefetto un intervento che faccia tornare il Sindaco sui suoi passi''.

La Lav ha già comunicato al Sindaco di Vinci che è disponibile a intervenire al fine di individuare una idonea sistemazione alternativa dell'animale, che lo salvi definitivamente dalla morte, nonché accurate visite fisiche e comportamentali al fine di evitarne l'abbattimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.