Home . Fatti . Cronaca . Bracconieri denunciati e arsenale sequestrato tra Firenze, Prato e Bologna

Bracconieri denunciati e arsenale sequestrato tra Firenze, Prato e Bologna

CRONACA
Bracconieri denunciati e arsenale sequestrato tra Firenze, Prato e Bologna

Bracconieri denunciati e un vero e proprio arsenale sequestrato. E' il risultato di una maxi operazione condotta dalle Polizie provinciali di Prato, Bologna e Firenze. Tutto il materiale è sottoposto a sequestro penale e le persone denunciate alla Procura della Repubblica di Bologna per caccia all'interno di zona vietata. Ma l'elenco dei reati è lungo: caccia illegale con mezzi non consentiti, cioè armi munite di silenziatori, balestre, puntatori laser e trappole, caccia su specie e in periodo vietato e detenzione di parti di arma e munizioni non denunciate.

''Una vasta operazione, resa possibile dalla segnalazione di un cittadino, che testimonia l'impegno e l'importanza della collaborazione dei tre corpi per la tutela del patrimonio faunistico dei nostri territori - spiega il comandante della Polizia provinciale di Prato Michele Pellegrini - e che ha messo fine a una consistente attività illegale di bracconaggio e a un ipotizzabile commercio abusivo di carne, con eventuali rischi per la salute pubblica''.

Grazie all'impegno sinergico dei tre corpi nei giorni scorsi è scattato il blitz, che ha visto impegnati complessivamente 18 addetti tra ufficiali e agenti nei territori dei Comuni di Vernio, Camugnano e Impruneta. Alle prime ore del mattino la perquisizione delle abitazioni di residenza e in disponibilità delle persone ricercate e degli annessi. (segue)

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI