Papa: cassiera mensa Vaticano, non ho avuto coraggio di presentargli il conto

"Il Papa ha preso fusilli in bianco, una porzione di merluzzo, verdure gratinate e un po' di patatine fritte. Non ho avuto il coraggio di presentargli il conto!". E' quanto confida all'Osservatore Romano Claudia Di Giacomo, la cassiera della mensa aziendale in Vaticano dove oggi a mezzogiorno a sorpresa e fra lo stupore di impiegati e operai presenti si è presentato Papa Francesco, mettendosi regolarmente in fila con il vassoio in mano per consumare il pranzo, seduto al tavolo assieme ai dipendenti.

"Subito attorniato dai presenti, il cui numero continuava a crescere col passare del tempo, il Papa ha stretto sorridente molte mani e tavola si è seduto accanto a cinque magazzinieri della farmacia vaticana, in polo blu a maniche corte", riferisce il quotidiano vaticano. "Gli abbiamo descritto il nostro lavoro, quanti siamo a farlo e come si svolge. E lui ci ha parlato delle sue origini italiane", racconta uno dei commensali.

I suoi colleghi aggiungono che si è "anche parlato di calcio, il pontefice è un tifoso appassionato del San Lorenzo de Almagro, compagine che milita nel campionato argentino; ma anche di economia. E ogni tanto qualcuno si è avvicinato per un selfie. Macchine fotografiche, telefonini, tablet, hanno scattato a ripetizione. Papa Francesco per nulla infastidito ha continuato a sorridere e a mangiare, proseguendo la conversazione con i suoi interlocutori".