Home . Fatti . Cronaca . Pavia: giovane segregata e minacciata perche' incinta, si cerca compagno

Pavia: giovane segregata e minacciata perche' incinta, si cerca compagno

CRONACA

Una 21enne polacca, B.K.A., è stata rintracciata in un appartamento di Garlasco (Pavia) ed è stata liberata dai Carabinieri di Vigevano dopo essere stata segregata e minacciata dal suo compagno albanese, di cui per ora si sono perse le tracce. Ad avvisare i militari italiani era stata l'Interpol, dopo una denuncia della mamma della giovane che aveva chiesto aiuto alla polizia polacca, ieri sera.

La madre ha raccontato alla polizia che la figlia, da qualche mese, si era trasferita in Italia per raggiungere il proprio compagno albanese, ma questi, dopo aver saputo che la ragazza aspettava un figlio da lui, aveva cominciato a minacciarla con una pistola e a picchiarla per costringerla ad abortire. La 21enne non poteva lasciare la casa ed aveva difficoltà a mettersi in contatto telefonicamente con la madre.

Nella tarda serata di ieri, dopo le conferme ottenute dalla polizia polacca, l'Interpol ha avvisato i carabinieri di Garlasco che hanno localizzato l'appartamento in via Mulini. A mezzanotte l'irruzione: la ragazza è stata trovata da sola in casa mentre stava dormendo in uno dei due appartamenti che compongono il complesso abitativo.Nel secondo c'era il proprietario di casa con altri stranieri di origine rumena. (segue)

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI