Home . Fatti . Cronaca . Discarica di Bussi, Chiodi: "Già chiesta un'indagine epidemiologica"

Discarica di Bussi, Chiodi: "Già chiesta un'indagine epidemiologica"

CRONACA
Discarica di Bussi, Chiodi: Già chiesta un'indagine epidemiologica

"Nel mese di aprile scorso avevo richiesto al ministro Lorenzin un'indagine epidemiologica per conoscere i potenziali effetti sulla salute umana della contaminazione ambientale verificatesi nei siti industriali limitrofi al Comune di Bussi sul Tirino, considerando la complessità dello scenario di significativo rischio ambientale e sanitario". Lo sostiene il consigliere regionale dell'Abruzzo Gianni Chiodi, ex commissario alla sanità, in merito alle affermazioni del presidente D'Alfonso a proposito della richiesta di indagine epidemiologica nella zona di Bussi.

"Ritenni necessario richiedere l'intervento di figure professionali dell'Istituto Superiore di Sanità che già avevano redatto il Rapporto pubblicato il 30 gennaio 2014, in cui si documentava il rilevante inquinamento ambientale presente in quel sito - aggiunge l'ex governatore abruzzese - Inoltre, come Giunta decidemmo di istituire un Registro dei Tumori regionale che non c'è mai stato in Abruzzo''.

''Si tratta di un progetto importante che rientra tra quelli ricompresi nel Programma Operativo 2013-2015, uno strumento che permetterà di fare luce sull'andamento dei tumori nelle diverse aree geografiche, in modo da poter capire su quali zone concentrare nostri sforzi, sia in termini di valutazione del danno e sia in termini di bonifica ambientale - aggiunge - A fine maggio il regolamento istitutivo era pronto ed era in fase di approvazione da parte dell'Agenzia Sanitaria Regionale".

"Riguardo a Bussi - prosegue Chiodi - durante il Consiglio straordinario che si tenne al Comune mi impegnai a destinare per le opere di bonifica 10 milioni dei Fondi Fas della Programmazione 2014/2020''.

''Mi auguro - conclude Chiodi - che il Presidente D'Alfonso tra le sue premure per gli abruzzesi voglia ricomprendere anche quelli di Bussi e sia d'accordo anche lui a dare un aiuto concreto a questa zona, sollecitando il ministro Lorenzin per l'indagine da parte dell'Istituto Superiore di Sanità che è fondamentale e renda operativo al più presto il Registro dei Tumori abruzzese".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI