Home . Fatti . Cronaca . Omicidio Garlasco: esame Dna incompleto, compatibili solo 5 marcatori

Omicidio Garlasco: esame Dna incompleto, compatibili solo 5 marcatori

Legale Stasi, dato non significativo, no validità in termini processuali

CRONACA

Non c'è abbastanza Dna nel materiale biologico rintracciato sui frammenti delle unghie di Chiara Poggi per poterlo comparare, con affidabilità scientifica, con quello di Alberto Stasi. E' l'esito dell'esame svolto dai periti nell'ambito del processo d'appello 'bis' che vede imputato il 30enne per l'omicidio della fidanzata, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007. Il confronto si è svolto nel dipartimento di Scienze della Salute, sezione medicina legale, dell'Università di Genova.

"Dal Dna di Chiara - spiega Fabio Giarda, uno dei legali di Stasi - è stato possibile rintracciare solo cinque marcatori compatibili con Alberto Stasi ma potrebbero essere di chiunque. Non è un dato significativo. I marcatori in totale sono 17, ma per una validità concreta ne servono almeno la metà più uno. Questo esame ha validità statistica, ma non in termini processuali".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI