Home . Fatti . Cronaca . Reggio Calabria, donna segregata in una stanza senza servizi igienici: arrestati il fratello e la nipote

Reggio Calabria, donna segregata in una stanza senza servizi igienici: arrestati il fratello e la nipote

CRONACA
Reggio Calabria, donna segregata in una stanza senza servizi igienici: arrestati il fratello e la nipote

Tenevano segregata una signora di 65 anni in una stanza con una brandina e poco altro, senza servizi igienici. Il fratello della donna, Giovanni Startari, bracciante agricolo di 68 anni, e la figlia 27enne di quest'ultimo sono stati arrestati dai carabinieri di Palmi che hanno scoperto l'incredibile vicenda avvenuta a Oppido Mamertina, nella Piana di Gioia Tauro.

È stata la stessa vittima ad attirare l'attenzione dei militari, impegnati in un'altra attività, e a raccontare, nonostante i suoi problemi psichici, come veniva trattata dal fratello e dalla nipote. Immediato l'intervento dell'Arma che, d'intesa con la Procura di Palmi, ha liberato la donna affidandola a un altro fratello. Gli altri familiari sarebbero stati all'oscuro delle condizioni in cui l'anziana veniva costretta a stare.

I due arrestati avrebbero gestito l'anziana congiunta al solo fine di prelevarne la pensione senza curarsi delle sue esigenze personali né le garantivano adeguate condizioni igieniche, la donna veniva infatti accompagnata all'esterno della casa per espletare i suoi bisogni fisici.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI