Home . Fatti . Cronaca . Oristano: spinte, insulti e sputi a passanti, nella banda anche due ragazzine

Oristano: spinte, insulti e sputi a passanti, nella banda anche due ragazzine

CRONACA

I poliziotti della questura di Oristano hanno identificato una banda di 5 ragazzini rumeni che da diversi giorni aggredivano i passanti, spesso giovanissimi, in via Cagliari, a Oristano, sotto i Palazzi Saia. Numerose telefonate al 113 segnalavano le aggressioni e il questore Francesco Di Ruberto ha disposto controlli specifici per arrivare a identificarne i componenti. Futili i motivi all’origine delle molestie, solitamente conseguenti al rifiuto di offrire una sigaretta o qualche spicciolo. Seriale la tecnica: accerchiamento del ragazzo o della ragazza che venivano spintonati, insultati e fatti bersaglio di sputi.

Gli Agenti della Squadra Mobile, diretta dal vice questore aggiunto Dario Mongiovì, hanno individuato in via Carducci l’abitazione degli stranieri, e insieme ai colleghi della Sezione Volanti, diretta dal commissario Michele Amatulli, hanno fanno scattare il blitz. Nell’appartamento hanno individuato i 5 ragazzi, tutti rumeni, 3 uomini tra i 19 e i 23 anni, e 2 ragazze di 15 e 17, tutti disoccupati e non residenti in Italia.

I giovani sono stati accompagnati in Questura per gli accertamenti del caso e, in assenza di specifiche denunce, rilasciati nel pomeriggio. La loro posizione è ora al vaglio della Polizia Giudiziaria. Le due ragazze minorenni, in Sardegna senza parenti prossimi, in serata sono state affidate alla madre di uno dei ragazzi maggiorenni, arrivata ad Oristano da Budoni dove risiede. Sono in corso indagini anche a carico del proprietario che ha affittato l’appartamento agli stranieri omettendo di redigere e registrare il contratto.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI