Home . Fatti . Cronaca . Roma: Montanini (Cfcb), servono vigilantes su bus notturni

Roma: Montanini (Cfcb), servono vigilantes su bus notturni

"la città è sotto assedio, come l'autista di bus aggredito in tanti si rivolgono a noi per dirci che hanno paura"

CRONACA

"Le aggressioni agli autisti dei bus si ripetono con una insistenza tale da rendere indispensabile mettere una vigilanza a bordo la notte". Ad affermarlo è Fabrizio Montanini, responsabile del Circolo futurista di Casal Bertone, che ha raccolto la denuncia di Fabio Clemente, l'autista del bus 314 aggredito da un gruppo di extracomunitari, che, ha denunciato, lo hanno accerchiato, spintonato e insultato alla fermata davanti al centro d'accoglienza degli immigrati, in via Fossa dell'Osa, al villaggio Prenestino, mentre era in servizio sulla linea 314.

"Il Circolo futurista - aggiunge Montanini - è diventato un punto di riferimento per tutta Roma Est. Quando Fabio è venuto da noi denunciando l'ennesimo, grave episodio avvenuto nel quartiere, abbiamo deciso di supportarlo nella sua videodenuncia".

"La Capitale è sotto assedio - sottolinea - Ogni giorno da noi vengono cittadini a denunciare roghi tossici, aggressioni: ci dicono che hanno paura a camminare per le strade del quartiere, di rientrare a casa la sera, di portare i bambini al parco. E' una situazione insostenibile a cui va posto rimedio ora. Non è questione di razzismo: le nostre periferie sono abbandonate a loro stesse, regna l'anarchia, è questo il problema. Non ci sono le forze per gestire un tale numero di immigrati, né per controllare chi vive negli insediamenti abusivi - conclude - Così la situazione è davvero insostenibile".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.